Seguici su

Bologna

Il Resto del Carlino – Bazzani ricorda l’esperienza con Mihajlovic

Pubblicato

il

L’ex collaboratore tecnico di Sinisa Mihajlovic, Fabio Bazzani, ora commentatore Dazn, ha rilasciato un’intervista per “Il Resto del Carlino” in cui si è aperto nel ricordo dell’esperienza al fianco di Mihajlovic e quello che un grande uomo è riuscito a lasciare a Bologna.   

 

Bazzani ha definito l’esperienza al fianco del mister “indimenticabile”, ricordando come proprio nel 23 dicembre dello scorso anno, con un colloquio in un hotel di Bologna, i due si confrontarono e decisero di iniziare insieme un percorso tecnico. I ricordi però non possono non tornare allo scorso marzo, quando ci fu la ricaduta della malattia: “Ha sempre lottato tutti i giorni contro le avversità, mai un passo indietro, non ha mai fatto pesare niente a nessuno.” Gli insegnamenti di vita lasciati all’interno del gruppo, del club, rimaranno dentro gli uomini che ne hanno fatto e ne fanno parte tutt’ora, è da qui che la squadra potrà trovare dentro di sé l’energia e la forza di un lottatore. L’ex collaboratore tecnico ha infatti sottolineato come anche l’attuale gruppo squadra, nonostante sarà tremendamente scosso da quanto accaduto, riuscirà a trovare la forza per onorare sul campo la sua memoria. Questi eventi nella storia dello sport hanno sempre lasciato una motivazione ancora più grande per andare avanti e dimostrare il proprio affetto dando tutto sul terreno di gioco.     

Il legame indistruttibile tra Sinisa Mihajlovic e il Bologna è visibile anche da alcuni segni del destino sottolineati da Bazzani: “Coincidenza, destino, chiamatelo come volete. La prima amichevole dopo la scomparsa è stata a Verona, dove, il 25 Agosto del 2019, ci fu la prima esposizione pubblica del mister in seguito a malattia e cure. E il campionato riprenderà a Roma, nella città d’adozione di Sinisa – queste coincidenze mi fanno pensare che si vada avanti nel segno della sua presenza.” 

 

Oltre al ricordo c’è stato spazio anche per parlare del futuro del Bologna, che nelle mani di Thiago Motta sembra essere sulla giusta strada. Bazzani vede in lui una personalità forte che nonostante abbia raccolto un solo punto nelle sue prime quattro gare in panchina è riuscito ad entrare nella testa dei giocatori e ad avere la fiducia della società. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico è apprezzata la decisione di andare avanti con le proprie convinzioni, che stanno dando buoni risultati alla squadra, come il fatto di portare più giocatori possibili all’interno dell’area avversaria. 

Per quanto riguarda il mercato invece, il parere sembra quello di operare solo se ci fosse l’occasione di dare veramente qualcosa in più alla rosa, altrimenti meglio non intaccare un gruppo che sta dando segnali positivi. Positivo sembra anche il parere riguardo ai nomi che più stanno circolando in orbita Bologna nelle ultime settimane: “Se puoi prendere Doig e Brekalo migliori, ma a gennaio mi sembrano complicati”. 

Sul capitano Roberto Soriano, è stato ricordato il forte legame con Sinisa Mihajlovic e il suo essere un grande professionista che può dare tanto a questa squadra, nonostante manchi da un po’ all’appuntamento con il gol che Bazzani è certo ritroverà e potrà dare una spinta in più per il girone di ritorno. 

(Fonte: Il Resto del Carlino – Marcello Giordano)

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *