Seguici su

Bologna

Il Resto del Carlino – Bologna, Svanberg congela il rinnovo

Pubblicato

il

A poche ore dal derby emiliano contro il Sassuolo arriva una notizia shock per la dirigenza e i tifosi bolognesi: Mattias Svanberg, per ora, non rinnoverà il suo contratto, in scadenza il 30 giugno 2023, prima della sessione di mercato invernale. Lo svedese, alla sua quarta stagione in rossoblù, ha spesso mandato messaggi di amore verso la città: “A Bologna sto bene, al Dall’Ara ho segnato la maggior parte dei miei gol”. Questo a sottolineare quanto questa notizia fosse inaspettata. 

Il motivo di questa scelta è banale quanto comprensibile: le sue prestazioni sono salite di livello esponenziale rispetto agli anni precedenti, collezionando addirittura 3 gol e 2 assist solo nel girone d’andata (la stagione passata si è conclusa con 5 gol e 2 assist). Non è un caso che grandi club, come Milan, Inter, Napoli, Atalanta e Arsenal monitorino il giocatore. Il Milan si era spinto fino a 15 milioni l’anno scorso, ottenendo un no secco dalla società bolognese.

Senza un rinnovo però le cose cambiano: il Bologna, se non dovesse cedere il calciatore in questa sessione invernale, si ritroverebbe a giugno in una situazione molto delicata, dove trattare con i club interessati sarebbe più difficile (vista la scadenza nel 2023) e anche un eventuale prolungamento di contratto risulterebbe più costoso (al momento guadagna 500mila euro).

L’agente del 22enne rimane dunque alla finestra, in attesa di capire l’evoluzione del mercato e di vedere se qualche big voglia affondare il colpo. Si tratta di una situazione non prevista dalla società, che tratta già diversi esuberi e situazioni complicate, e che ora si ritroverebbe ad avere un altro uomo mercato a una settimana dall’inizio del mercato.

Mihajlovic ha addirittura chiesto un nuovo centrocampista alla società, oltre a un altro centravanti che sostituisca Arnautovic (i nomi per la punta sono Strand Larsen (qui la sua scheda) del Groningen e Niane del Metz). Di certo non si aspettava di correre il rischio di perdere un uomo chiave della sua rosa, che contribuisce attivamente anche in zona gol, in una squadra dove la fase realizzativa rimane spesso un tabù.

Svanberg assicura di voler firmare per prolungare la sua esperienza rossoblù, ma se la firma non dovesse arrivare, il Bologna dovrà necessariamente trattare a ribasso per non lasciarsi sfuggire il suo gioiello a parametro zero.

 

fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv