Seguici su

Bologna

Il Resto del Carlino – Per Motta solo un paio di piccoli dubbi sull’undici odierno

Pubblicato

il

Bologna Fc 1909


Stasera alle 18, per la prima volta da diversi anni, il Bologna, in trasferta, difenderà la propria quarta posizione da una diretta concorrente (e che diretta concorrente, ndr).

Il Bologna ci arriva da quarta, in solitaria, e anche questa situazione sa di eccezionalità (ma ci piacerebbe che diventasse una disgustosamente piacevole abitudine), dovendo  giocare contro una concorrente che negli ultimi anni è stata chiamata “la squadra rivelazione” e il suo metodo di scouting modello da seguire.
 

La nuova squadra rivelazione

Il Bologna, in maniera definitiva, si è preso il titolo di “squadra rivelazione” di questo campionato, costruendo in casa il suo cammino straordinario, ma senza sbracare in trasferta, aggiungendo molti pareggi e un paio di vittorie, a quanto già fatto tra le mura amiche.
Il Gewiss Stadium, in questo percorso determinato e determinante ad un piazzamento europeo, diventa un chiaro set point, che nulla aggiunge e nulla toglie di sostanziale al merito della Motta Band (cioè non sarà una sconfitta che modifica di fatto il viaggio meraviglioso, fino a qui intrapreso, giunto alla 27esima giornata).
 

Un “undici” con poche incertezze

Se in porta sarà Lukas Skorupski a difendere i pali rossoblù, la difesa si potrebbe presentare con il massimo dell’esperienza (Stefan Posch, Sam Beukema, Riccardo Calafiori e JhonLucumi) dove il colombiano diventerebbe un marcatore aggiunto e stringerebbe al centro durante le sortite in avanti dell’ex romanista, che non vede l’ora di tornare ad indossare la maglia da titolare. Se Motta vorrà mantenere il suo spirito guerriero, Jhon lascerà il posto all’ormai collaudato Victor Kristiansen, meno votato alla fase difensiva e più a quella di costruzione, che vorrebbe dire non snaturare l’idea di gioco che ha in testa l’allenatore italobrasiliano.
A centrocampo, esclusi gli inamovibili Freuler e Ferguson, rimane un posto che sarà in ballottaggio fra il giovane Giovanni Fabbian e l’esperto ventisettenne Michel Aebischer, mentre Nikola Moro e Oussama Al Azzouzi si giocheranno una fiche d’ingresso nella ripresa.
 

In attacco la vera abbondanza

Detto del recupero di Alexis Saelemaekers, il belga si giocherà con Ndoye il posto sulla fascia sinistra, mentre Joshua Zirkzee e Riccardo Orsolini (l’altro ex della sfida) saranno regolarmente al loro posto. In panchina ci sono altri tre potenziali titolari: Jens Odgaard, Jesper Karlsson e Santiago Castro, che rendono il reparto riserve (nel suo complesso) uno dei più forti e meglio assortiti dell’intero campionato, tale da meritare la quarta piazza.
 
Fischio d’inizio alle 18, l’Europa, molto probabilmente e se non ci saranno inciampi di sorta, passerà da Bergamo.
 
(Fonte Massimo Vitali, RdC)

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *