Seguici su

Bologna

il Resto del Carlino – Siniša carica i suoi: è il momento di spingere sull’acceleratore

Pubblicato

il

Quando parla Siniša c’è un silenzio incredibile, una forma di rispetto unica; è quanto successo anche ieri pomeriggio a Casteldebole quando, verso le 17, è cominciato il primo allenamento vero post-Covid 19. Un’altra liberazione è stata la partitella svolta, arricchita dalle reti di Poli e Juwara. 70 giorni dopo.

Dopo aver chiarito con la propria squadra gli ultimi giorni e dopo aver fatto capire che queste sono ore decisiva per il ritorno in campo, Mihajlović ha concluso così il suo discorso: “Dovremo partire fortissimo, bisogna spingere sull’acceleratore.” E guai a chi lo contraddice. L’unico giustificato è Danilo, l’ultimo a unirsi al gruppo, mentre Palacio, Soriano e Sansone continuano ad allenarsi con prudenza, essendo stati gli ultimi a tornare in città. Stupore anche per le condizioni di Dijks, apparso in gran forma, mentre Orsolini è stato costretto a rallentare perché, secondo alcuni, stava spingendo troppo.

Il resto del gruppo ha continuato ieri la normale preparazione; alle 18.05, invece, un inedito 10 contro 10 senza palla. L’ultimo, atteso step, è stato come detto la partitella. Si è vista la voglia del pallone, soprattutto dai tanti contrasti effettuati. Le reti, una per parte, firmate come detto da Poli e Juwara. Poi tutti sotto la doccia, sempre distanziati.

Intanto oggi a Casteldebole è previsto il quarto giro di tamponi per la squadra, come indicato dal protocollo, il tutto mentre la Lega continua a ragionare sulla data di ripartenza: se venisse confermata l’ipotesi di far giocare i recuperi il 13 giugno, allora Bologna-Juventus si giocherà una settimana più tardi, il 20. Infine una buona notizia per Medel: il rientro in gruppo del cileno, dopo un periodo di sole terapie, è previsto per oggi. E poi sì che il gruppo sarà completo.

Fonte: Massimo Vitali/il Resto del Carlino

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *