Seguici su

Bologna

Il Resto Del Carlino – Skorupski, a piccoli passi nella storia del Bologna

Pubblicato

il


Tra quelli che sono i punti di forza del Bologna c’è sicuramente la tenuta difensiva, dopo aver subito i sei gol a San Siro il 9 novembre 2022, la squadra di Thiago Motta subisce 0,8 gol a partita. I meriti di questo dato sono da attribuire anche all’estremo difensore Lukasz Skorupski. il polacco sta vivendo forse la sua miglior stagione da quando gioca sotto le torri. Nonostante lo scorso hanno abbia chiuso il campionato con ben tredici clean-sheet e quest’anno sia a “soli” quattro, il suo apprezzamento tra i tifosi sta crescendo sempre di più, ovviamente è complice la situazione in classifica che addolcisce l’occhio del tifoso. Gli stessi tifosi però sanno che quest’anno Lukasz è stato un fattore determinante quasi esclusivamente in positivo, la prova ultima è stata la prestazione di Genova contro la Samp, in cui dopo aver parato il rigore calciato da Sabiri ha fatto un vero e proprio miracolo gettandosi senza alcuna paura sulla ribattuta e abbassando definitivamente la saracinesca. 

Facendo un passo indietro l’estremo difensore polacco arrivò a Bologna nell’estate del 2018 per prendere il posto di Antonio Mirante che passò alla Roma, questa è quindi la sua quinta stagione in maglia rossoblù con la quale è arrivato a totalizzare ben 168 presenze, un numero non a caso, un numero che lo fa entrare di diritto nella storia dei portieri felsinei. Il polacco dopo aver superato Attilio Santarelli (166) ha raggiunto nella sfida con l’Inter Giuseppe Vavassori e al momento è il settimo portiere nella storia del Bologna per presenze ufficiali. Il numero 28 rossoblù ora potrebbe continuare la sua scalata e con il contratto attuale che scade nel 2025 arrivare fino al quinto posto superando così anche Vanz (189) e Giorcelli (204). 

Oggi però, per rimanere nel cuore dei tifosi, in cui si sta facendo spazio, non saranno solo le presenze a contare ma il suo rendimento e il suo essere un leader sia in campo che fuori. Contro l’Inter è arrivata una partita immacolata, dove alla voce gol subiti possiamo affiancare un numero 0, cosa che se fatta registrare più spesso renderebbe ancora più iconico il numero di presenze in maglia rossoblù. 

Fonte: Massimo Vitali – Il Resto Del Carlino

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *