Seguici su

Bologna

Kristiansen a BFC Week: «Contento di tornare a giocare»

Pubblicato

il

crediti immagine: Bologna Fc


Ospite della settimana a BFC Week è stato questa volta Victor Kristiansen, il giovane terzino sinistro approdato alla corte di Thiago Motta negli ultimi giorni di mercato e attualmente sulla via del rientro dopo la lesione al retto femorale sinistro che lo ha tenuto fuori per alcune settimane.

Quanta voglia hai di tornare a giocare dopo l’infortunio? Che differenze noti tra Serie A e Premier League?

«Non vedo l’ora di tornare. Per quanto riguarda le differenze tra i due campionati, in Italia si dà sicuramente più rilevanza all’aspetto tecnico, in Premier League invece si corre molto e il gioco è parecchio veloce. In Inghilterra si dà molta importanza ai duelli individuali, la concentrazione sulla tattica deve essere sempre massima».

Cosa ti ha spinto a scegliere il Bologna?

«Io volevo giocare, anche se sapevo che avrei dovuto sudarmi il posto qui. Queste prime settimane a Bologna sono state molto belle».

Come ti trovi nello spogliatoio? C’è stato qualcuno che in particolare ti ha aiutato a inserirti?

«Il nostro è uno spogliatoio internazionale e questo mi aiuta molto. Sono in diversi a tradurre durante le varie riunioni. Lollo (De Silvestri, ndr) mi sta dando una grossa mano, è un amico, con Jesper (Karlsson, ndr) invece parliamo la stessa lingua, a volte capita di non capire cosa ci venga detto e a quel punto ci mettiamo a ridere».

Hai esordito contro il Cagliari al Dall’Ara, che impressione ti ha fatto vedere lo stadio pieno?

«Abbiamo fatto una buona partita, anche la mia prova è stata positiva perché sono riuscito a fornire l’assist dell’1-1 e anche nel secondo gol ci ho messo del mio. Allo stadio c’era anche la mia famiglia».

Giocare in casa è un vantaggio per voi?

«Si, sicuramente. I buoni risultati che abbiamo fatto hanno entusiasmato i tifosi e noi stessi. E’ importante non perdere e non subire gol, noi scendiamo sempre in campo per provare a conquistare i tre punti. Sapere di avere il supporto dei tifosi, non solo al Dall’Ara ma anche in trasferta, ci porta tante energia, vogliamo vincere anche per loro. Non vedo l’ora di vederli allo stadio domenica».

Che idea ti sei fatto della città?

«Bologna è fantastica, ci giro spesso con i miei familiari e la mia fidanzata. Siamo contenti, abitiamo in un appartamento nel centro. Amo come si vive in Italia, giocare in Serie A è da sempre il mio sogno, ora mi godo ogni istante».

Fuori dal campo, cosa ti piace fare?

«Sono una buona persona, mi piace stare con la famiglia e studiare, infatti prima di andare a giocare in Premier frequentavo l’università in Danimarca, ho studiato Scienze Politiche, mi piacerebbe tornare a studiare in futuro. Passo del tempo su Face Time con i miei amici che mi raccontano sempre di come vanno le cose a Copenhagen».

(Fonte: BFC WEEK)

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv