Seguici su

Bologna

Mihajlovic: ”Dominguez si opera dopo il Verona. La società farà di tutto per prendere un centrocampista”

Pubblicato

il


Questo pomeriggio ha parlato in conferenza stampa Sinisa Mihajlovic, per presentare la gara di domani sera contro il Verona.
Con lui anche Kevin Bonifazi.

Chi recupera domani?
”Oggi c’è l’allenamento e vediamo, quello di oggi è il primo dove siamo al completo, ma alcuni sono in forse. Adesso non riesco a dire chi c’è e chi no. Lo scenario rispetto alla partita con il Napoli non è cambiato molto. Non ci sono positivi, ma ci portiamo dietro gli strascichi del virus. Il Covid è più cattivo di un infortunio, perché così non si sa cosa ci si porta dietro, e Barrow ne è stato un esempio. E’ una situazione difficile, ma non solo per noi. Faremo il massimo con quello che si può. Quando poi ti vengono a mancare i più esperti è difficile. Dominguez vediamo come sta poi si andrà ad operare. Speriamo di vedere l’arcobaleno nei prossimi giorni. Le altre soste sono arrivate nei momenti migliori, questa arriva al momento giusto. Speriamo di recuperare durante la sosta tutti i giocatori. La gara di domani? Difficile e tosta. Ognuno di noi deve stringere i denti e tirare fuori più del massimo”.

Sulla partita con il Napoli
”Sono rimasto deluso, mi sono arrabbiato. Soprattutto nel primo tempo ci è mancato coraggio. Non l’avevamo preparata così. C’è modo e modo di perdere le partite. Se preparo le partite in un modo, esigo che si giochino così. Per questo sono arrabbiato, nel secondo tempo siamo stati più aggressivi, poi le differenze in campo ci sono, però sono sicuro che se noi avessimo fatto come in allenamento avremmo sofferto di meno. Nel calcio si può perdere, bisogna vedere come si perde”.

Come è stata preparata la gara di domani?
”La preparo oggi, perché è il primo allenamento completo.
L’errore da non fare è andare in campo con l’atteggiamento sbagliato, come accaduto a Torino. Si tratta domani di seconde palle e contrasti, quando hai la palla non devi dare punti di riferimento”.

Ha parlato con Theate?
”Si ci ho parlato. Mi sono accorto che lui da quando è andato in Nazionale è diventato più presuntuoso e meno concentrato, lui dice di no ma io lo vedo. E’ normale, è un ragazzo giovane e ha fatto bene. in campo poi dà sempre il massimo, è stato anche sfortunato, ma ci può anche stare perché è alla sua prima esperienza in Serie A, mi arrabbio più con chi è più esperto. Ha coraggio, è un giocatore che a me piace. Penso sia solo una cosa mentale, deve essere più umile”.

A Bonifazi: Come stai vivendo il momento?
”Quando perdi è normale avere meno fiducia. Dobbiamo trovare un risultato per rilanciarci”.

Come cambia il lavoro nella quotidianità senza Raimondi?
Bonifazi
: ”Lui è un grande professionista. Ma non è cambiato nulla, continuiamo a portare avanti il lavoro fatto finora”.

Entrare al Bentegodi che effetto le fa?
”Questa è la seconda volta, quel giorno ero più morto che vivo. L’ultima volta che ci sono stato mi sono venute in mente alcune immagini. Già che mi chiedi e non capisco a cosa ti riferisci è un segnale positivo. Ci sono cose che devo ricordarmi. Quando il pensiero svanisce piano piano guardo le foto e tutto torna in mente. E’ importante per me cercare di tenere sempre l’equilibrio e tenere presente quali sono i problemi della vita, cercando di risolverli. E’ da quello che hai vissuto che capisci quali sono i reali problemi. Bisogna cercare di essere più equilibrati”.

Su Falcinelli
”Diego è un bravo ragazzo, è un grande professionista. Non posso dire nulla. Prima si allenava solo, poi mi dispiaceva perché si è sempre comportato bene. fa quello che può ma non è facile”.

A Bonifazi: Come cambia il tuo lavoro nella difesa a tre?
”Sono due partite diverse. Quando sei un laterale è più una partita fatta di audacia, anche con la palla. La maggior parte delle azioni partono da lì. Nel ruolo di centrale ci vogliono letture, anche con interventi pericolosi cerchi di tutelare il reparto. Mi piacciono entrambi come ruoli.
La mia tenuta fisica? A Sassuolo venivo da due infortuni, non avevo avuto continuità. Sono arrivato a quella partita con la grande voglia di fare risultato, e questo mi ha aiutato. Con il Cagliari è stato veramente difficile, con pochissimi allenamenti. Sono stato il primo a essere dispiaciuto di uscire, soprattutto visto che poi il risultato è cambiato. Mi auguro di fare 98 minuti domani a cento all’ora. La condizione non è ancora al massimo, ma conto di arrivarci con la voglia giusta”.
Mihajlovic: ”Serve semplicità”.

Sull’emergenza a centrocampo
”Nico dopo la partita contro il Verona si opera. La società farà di tutto per prendere un centrocampista, speriamo che Schouten stia bene e torni in forma”.

Santander è convocabile?
”L’ho visto ora dopo un mese”.

Cosa ne pensa del Verona?
”Sta facendo un ottimo campionato, bisogna fare i complimenti a Tudor. Sono aggressivi, sono in fiducia. Bisogna cercare di limitare i loro pregi e aumentare i loro difetti. Se andiamo in campo bene ci sono le possibilità per fare punti. Dipende da noi”.

Su Arnautovic
”Ci devo parlare e vedere come sta. Non accetterò più le cose mezze e mezze. O sta bene e gioca o non sta bene e non gioca. Come ho detto, ha giocato con le punture. Aveva voglia di giocare, soprattutto domani devo mettere in campo giocatori che sai che possono darti il massimo per un tot di minuti. 
Orsolini? Vediamo. Faccio prima a dirti quelli sicuri che possono giocare piuttosto che quelli in dubbio. Io ho in testa una squadra, bisogna vedere poi chi si tira fuori. Non sono solo 3 i calciatori in dubbio”.

A Bonifazi. Cosa ti aspetti dal girone di ritorno?
”Sono successe diverse cose che non mi hanno reso felice. Sono una persona molto razionale e non mi faccio prendere dai momenti, anche perché ho avuto diversi infortuni. Quando ho giocato, a parte Empoli, ho fatto bene e ho dato tutto. Per quello che verrà mi auguro di farvi vedere che sono un ottimo giocatore, sento di poter dare una mano sul piano calcistico e sul piano umano”.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv