Seguici su

Bologna

“Quando Pietro forse non torna indietro” special edition – 14 Mag

Pubblicato

il


 

INTERVISTA SPECIALE “QUANDO PIETRO FORSE NON TORNA INDIETRO”

 

Il campionato di Lega Pro Seconda divisione è terminato per la maggior delle squadre , un campionato anomalo, con 8 retrocessioni per girone di cui cinque già scelte mentre le restanti tre saranno determinate dalle perdenti del mini playout a 4 squadre a partire da domenica 18 Maggio.

 

In Romagna c’è un paese di 22.000 anime la cui squadra di calcio principale, in pochi anni ha conseguito una promozione dalla serie D alla Seconda Divisone Lega Pro e con una gestione oculata è riuscita a rimanere nei professionisti a scapito di formazioni ben più blasonate.

 

Stiamo parlando del Santarcangelo calcio, partito anche quest’anno con tutti gli sfavori della critica da parte degli addetti ai lavori e della carta stampata. Un girone complesso con squadre del calibro di Cuneo, Mantova, Alessandria, Monza, Torres, Renate, S.P.A.L, o alle “cugine” più ricche Forlì e Rimini.

 

Ebbene al termine del campionato, con una squadra ben costruita dalla vecchia volpe del DS Melini e da un allenatore molto pratico come Mr.Fraschetti, il Santarcangelo ha centrato la promozione diretta, senza passare dai playout, classificandosi addirittura al 5 posto con 53 punti a 4 punti dalla zona playout.

 

Retrocessione a cui non è invece scampato il Rimini fino a pochi anni fa in serie B, mentre nei Playout troviamo il Forlì di Bernacci insieme a Cuneo, Delta Porto Tolle e addirittura la Torres, vere e proprie corazzate per la categoria.

 

Sicuramente tra i protagonisti di questa esaltante stagione del Santarcangelo dobbiamo citare il nostro amico Riccardo Pasi anche quest’anno assoluto protagonista con 7 reti e 7 assist tutti decisivi.

 

       

 

 

Abbiamo raggiunto Riccardo a cui abbiamo chiesto 5 minuti del suo tempo, per fargli qualche domanda sull’avventura appena trascorsa.

 

Ciao Ricky ,

 

Prima di tutto come stai ? abbiamo notato che nelle ultime partite non sei sceso in campo, a parte la squalifica con il Monza (per aver raggiunto il limite delle quattro ammonizioni)…scelta tecnica o hai qualche problema fisico ?

Tutto bene grazie.. sono in ripresa dopo un paio di acciacchi , purtroppo ho dovuto saltare le ultime due partite…una per squalifica mentre il Mister nell’ultima partita ha deciso di far giocare chi ha avuto poco spazio durante l’anno…giustamente..

 

Veniamo alla stagione… direi grande risultato per il Santarcangelo ? Siete riusciti a tenervi alle spalle squadre blasonate come Forlì, Mantova, Torres, Cuneo… e come dicevamo all’inizio…in molti erano scettici sulla Vs. squadra. Cosa ne pensi ?

Penso che abbiamo fatto un miracolo perché ad inizio anno non ci “dava una lira” nessuno, invece siamo stati veramente bravi e costanti.

 

 

 

 

Quando hai capito che potevate farcela a rimanere tra i professionisti ?

Ho capito che saremmo saliti , quando abbiamo azzeccato le 7-8 vittorie consecutive nel girone di andata 🙂 (…ride…) 

 

A tuo modo di vedere, qual è stato il segreto del vostro successo ?

Il segreto del nostro successo …sicuramente senza ombra di dubbio..: il gruppo, giovane e solido.

 

Quest’anno hai trovato un allenatore, Mister Fabio Fraschetti, che ti ha dato subito fiducia ed ha creduto nelle tue qualità. Cosa vorresti dire al Mister al termine di questa stagione e che differenze hai notato con i tuoi precedenti allenatori delle ultime stagioni ?

È l’unico allenatore che mi ha lasciato libertà di pensiero e di giocata.. e devo dire che per il mio modo di giocare si sono visti i risultati, lo ringrazierò sempre! Anche nei momenti più difficili ha sempre trovato la cosa giusta da dirmi.

 

 

 

 

 

 

 

Che voto daresti alla “Società” Santarcangelo ?

Alla società darei un bel 7 in pagella, abbiamo ottenuto un risultato clamoroso per una realtà come Santarcangelo…essere nelle prime 100 squadre professionistiche ha dell’incredibile  tenendo conto anche dei limiti finanziari della società, si sono dimostrati solidi e regolari nei pagamenti.. e vi assicuro che ora come ora non è così scontato.

 

Dai un voto alla tua stagione ? Sei soddisfatto ?

Questa volta mi concedo un 7.5 . Avrei potuto segnare di più e quel mezzo punto in meno è proprio per non aver raggiunto la doppia cifra…poi …dai non sono mica un bomber come “Ciaccio”… 🙂 (…ride di nuovo…) 

 

Qual è il giocatore che ti ha maggiormente colpito dei tuoi compagni di squadra ?

Se devo fare un nome, non posso non nominare il nostro capitano Nardi… il portiere,  potrebbe tranquillamente giocare in categorie superiori .

 

Quindi Lo consiglieresti al Bologna FC ? Pensi possa essere pronto per il grande salto ?

Certamente…

 

Nell’intero campionato , qual è invece la squadra e il giocatore che ti hanno impressionato ?

Quando una squadra vince il campionato con così tanti punti di distacco dalla seconda.. non puoi non nominarla, per cui la mia risposta  è il Bassano…e ovviamente il giocatore non può che essere uno di loro: Semenzato terzino sinistro scuola Inter, veramente difficile da saltare e credo abbia addirittura  fatto 7/8 goal.

 

   

 

 

Veniamo alla parte un po’ ludica…hai qualche aneddoto o curiosità da raccontarci sul Vs. spogliatoio ?

Beh.. ce ne sono diversi, ma mi piace ricordare la “mangiata” settimanale del mercoledì. al ristorante “Arcangelo” di uno dei nostri fedelissimi e la mia radio a tutto volume negli spogliatoi, prima delle partite. Ci ha aiutato tantissimo a darci la giusta carica per affrontare ogni avversario.

 

C’è qualcuno in particolare che vuoi o vorresti ringraziare ?

Ringrazio tutti i miei compagni, perché non è da solo che si raggiunge un obiettivo, il mister e chi ha sempre creduto in me come voi di 1000cuori, il mio procuratore e sicuramente tutta la mia famiglia…

 

Hai ancora un anno di contratto con il Bologna  giusto ?

Si, ancora uno.

 

Dopo questa esaltante stagione, cosa ti aspetti dal futuro ? Pensi possa continuare la tua avventura al Santarcangelo o hai già ricevuto qualche richiesta da prendere in considerazione ?

Dal futuro mi aspetto di tornare ai livelli che mi spettano e che vorrei; al momento non ho ancora nessuna richiesta però il mister mi ha confidato che mi rivorrebbe con lui a prescindere dalla squadra che allenerà.

 

Un particolare saluto o augurio ai lettori di 1000cuori ?

Saluto tutti i lettori e ringrazio chi mi segue :):) Forza Bologna!!!

 

Bene Riccardo…siamo arrivati alla fine di questa nostra intervista, a nome di tutta la redazione di 1000cuorirossoblu e dei nostri cari lettori ti ringraziamo ancora una volta e ti auguriamo il meglio per il proseguimento della tua carriera….magari nelle fila Rossoblu.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv