Seguici su

Bologna

RdC – Il piano per il ritorno di Gabbiadini in rossoblù – 17 Gen

Pubblicato

il

Insieme, chiaramente, a quello di Simone Verdi, un altro nome che nelle ultime ore sta scaldando il cuore dei tifosi rossoblù è quello di Manolo Gabbiadini, la cui esperienza in Inghilterra tra le file del Southampton non è mai decollata nonostante il grande avvio a suon di gol. L’avventura “oltremanica” del centravanti potrebbe quindi concludersi al termine di questa stagione. Il ritorno di Gabbiadini sotto le due torri, però, è un’operazione a cui la dirigenza non lavorerà prima di giugno; il colpo in entrata a gennaio è già stato fatto ed è senza dubbio la permanenza di Verdi, oltre a Dzemaili. Il piano per arrivare all’attaccante cresciuto nell’Atalanta non è semplice e non sono poche le mosse da fare per preparare il terreno a uno suo nuovo approdo a Bologna, come scrive Marcello Giordano su Il Resto del Carlino. Innanzitutto il Bologna dovrà fare cassa vendendo. Non sarà per forza Verdi la pedina sacrificale del prossimo mercato, anche se il fantasista rimarrà al centro dell’attenzione di grandi squadre almeno per i prossimi mesi e ad oggi è il giocatore con il più alto valore in rosa. Oltre a Verdi anche Donsah e Masina potrebbero finire sulla lista dei partenti a fine stagione, giovani dalla cui cessione la società potrebbe monetizzare in maniera significativa. Il primo, con l’arrivo di Dzemaili, dovrà lottare parecchio per non finire in panchina; Adam, invece, non sembra intenzionato ad accettare il rinnovo e se non dovesse cambiare idea ecco che anche lui sarà destinato alla cessione per non perderlo a costo zero. Da valutare anche Palacio, intenzionato a rimanere a Bologna ma con una grande corte in Argentina. Se il Bologna monetizzasse da alcune delle operazioni in uscita troverebbe la liquidità necessaria per convincere Gabbiadini a rivestirsi di rossoblù. Attualmente il suo ingaggio si aggira sui 2,5 milioni netti con un contratto che scade nel 2021; il Bologna andando ad offrire un quinquennale a 1,5 a stagione riuscirebbe a garantire al giocatore una cifra pressoché analoga a quella che percepisce ora ai Saints e in linea con altri giocatori della rosa, senza quindi andare a creare eventuali malcontenti nello spogliatoio. Inoltre il prezzo del centravanti dovrebbe a giugno scendere rispetto ai 17 milioni pagati al Napoli dalla squadra inglese raggiungendo una cifra alla portata del Bologna, dopo aver concretizzato qualche cessione ovviamente. Sarebbe un ritorno gradito quello di Manolo, il quale dopo le esperienze positive con Bologna e Sampdoria non è riuscito ad imporsi in maniera convincente né a Napoli né in Inghilterra. Qui avrebbe un’occasione d’oro per dimostrare che tipo di giocatore è e, perché no, riconquistare la Nazionale ed essere uno dei protagonisti della sua rifondazione. Tornando al mercato corrente, Taider ha accettato il Montreal Impact ed è già volato in Canada a titolo definitivo per 2 milioni di euro. In arrivo Paz, difensore 24enne dal Newell’s Old Boys e in partenza De Maio, su di lui sono puntati gli occhi di Genoa, Spal e Sassuolo. Spunta anche il nome di Cavion della Cremonese se Crisetig dovesse andare a Crotone.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv