Seguici su

Bologna

Repubblica – Castellini: “Ho ricordi piacevoli di Sinisa, il Bologna si salverà”

Pubblicato

il


Sinisa Mihajlovic ed il destino, un appuntamento a cui pochi sfuggono. Non è nuovo a questo il tecnico serbo che, dopo l’annata ’97-’98 trascorsa alla Sampdoria con Vujadin Boskov al timone, dieci anni dopo ha ritrovato sotto le due Torri, alla sua prima esperienza in panchina, un suo ex compagno della parentesi blucerchiata: Marcello Castellini. L’ex centrale difensivo è stato sentito dal collega Luca Baccolini di Repubblica, intervistato a tutto tondo su Sinisa e sull’ambiente Bologna nella sua totalità. Sul neo tecnico rossoblù, il difensore nativo di Perugia ha solo ricordi piacevoli, sia in veste di compagno di squadra che di tecnico e, nonostante il rischio di andare in B fu concreto, quell’annata fu per lui una della più piacevoli. “Gli allenamenti con Sinisa erano ottimi. Un tifoso ricorda solo le partite alla domenica, com’è giusto che sia. Ma un calciatore tiene conto anche del lavoro settimanale. E con Sinisa era davvero bello allenarsi”. Uomo di polso, fa di questo uno dei suoi marchi di fabbrica per serrare i ranghi e far rendere tutti al meglio. Nonostante il debutto alla prima esperienza a Bologna, dal punto di vista tecnico l’allenatore serbo era già molto preparato e contribuì a salvare i felsinei con disciplina e mentalità: Ci disse che era convinto di tirarci fuori da quella situazione. Ci inculcò l’idea di pensare a traguardi più importanti. A vincere, insomma, anziché a contenere i danni”. Molti i pareggi in quell’annata sotto la guida Mihajlovic, ritornato probabilmente “sotto consiglio” di Marco Di Vaio e che non sarà, vista l’esperienza accumulata nelle passate stagioni, un rattoppo di Filippo Inzaghi. L’esonero dell’allenatore piacentino è giunto in maniera tardiva, senza aver mai avuto realmente uno “scudo” dietro cui ripararsi, pagando anche l’inesperienza ed una mancanza di elasticità nelle sue scelte. Ma, nonostante la classifica deficitaria, la salvezza per Castellini è ancora possibile: Secondo me sì. Anche se suona paradossale dirlo oggi, a pochi giorni dal disastro di domenica, i rossoblù sono molto più forti del Frosinone”.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv