Seguici su

Bologna

Santander: «Ho trascorso 4 anni meravigliosi al Bologna, gli auguro di fare un grande finale di stagione»

Pubblicato

il

Bologna FC


Federico Santander è uno che la maglia rossoblù la conosce bene, anche perché l’ha vestita in ben 71 occasioni dal 2018 al 2022 nelle quali ha realizzato 10 gol e fornito 3 assist. Attualmente al Nacional, squadra uruguaiana allenata da Alvaro Recoba, l’ex punta felsinea in un’intervista a Sportitalia ha speso parole al miele sia per il suo Bologna che per quello di Thiago Motta, ad oggi in lotta per un posto in Europa. Di seguito ecco un riassunto delle sue dichiarazioni.

Passato…

Innanzitutto, Federico inizia l’intervista con un po’ di nostalgia, descrivendo con piacere i suoi anni trascorsi sotto le Due Torri: «Ho trascorso 4 anni meravigliosi a Bologna, da ogni punto di vista. Penso che il mio primo anno in rossoblù sia stato il migliore, perché abbiamo saputo ribaltare la situazione in cui ci trovavamo ad un certo punto». Collegandosi poi con l’attualità, dopo la sfida di sabato contro l’Inter Santander ricorda anche le sue partite contro i nerazzurri, in particolare quella che decise nel 2019 con un gol a San Siro: «Quell’Inter – Bologna è stato come un punto di partenza per molti aspetti di quella stagione, anche perché era la prima partita di Sinisa in panchina. È stata un’emozione molto bella quella di segnare a San Siro, un gol che poi è valso anche 3 punti prestigiosi».

 … e presente

Non potevano mancare, ovviamente, i complimenti e i migliori auguri di Federico ai protagonisti di questa stagione, capaci di portare il Bologna nelle zone altissime della classifica: «Sono molto contento di vedere il Bologna a quell’altezza, perché l’obbiettivo della società è sempre stato quello di entrare in un torneo internazionale come l’Europa League, anche se ora è addirittura quarto. Gli auguro di fare un grande finale di stagione». Arrivano poi anche apprezzamenti per una delle stelle di questa squadra, Joshua Zirzee, al quale Santander riconosce tutto il talento e l’eleganza. In particolare, alla domanda se gli sarebbe piaciuto giocare in coppia con l’attuale 9 del Bologna il paraguaiano risponde così: «Parliamo di un grande giocatore e a me piace sempre giocare al fianco di grandi giocatori. Bologna comunque ha una grande tradizione, lì hanno giocato sempre tanti campioni».

 

 

Fonte: Daniele Najjar, Sportitalia

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *