Seguici su

Bologna

Serie A – Al via commissione club-FIGC: c’è anche Sartori

Al via ufficialmente la commissione club-FIGC, dove sarà presente anche Giovanni Sartori. Di seguito il suo funzionamento.

Pubblicato

il

Bologna FC
Giovanni Sartori, selezionato come membro della neonata commissione club-FIGC (©Bologna FC)

La Lega Serie A e la FIGC sono in procinto di far partire un progetto di collaborazione. Si tratta di una vera e propria commissione club-FIGC che sarà formata da alcuni uomini appartenenti alle squadre più importanti del momento, tra cui Giovanni Sartori. L’obbiettivo è quello di provare ad aiutare il c.t. nel suo compito tramite una collaborazione con le squadre di Serie A.

Commissione club-FIGC, presente Sartori

All’interno della commissione, Gravina ha dichiarato che ci saranno le seguenti figure: Beppe Marotta, Presidente dell’Inter; Cristiano Giuntoli, Football Director della Juventus; Umberto Marino, DG dell’Atalanta; Giovanni Sartori, DT del Bologna. Il gruppo potrebbe allargarsi in un secondo momento con l’inserimento di altre figure di rilievo del panorama calcistico italiano.

Per il direttore tecnico del Bologna questo è un grande riconoscimento. Giovanni Sartori ha svolto un lavoro straordinario fino a questo momento. Se i rossoblù l’anno prossimo giocheranno in Champions League, gran parte del merito è sicuramente suo. D’altronde le sue qualità erano già evidenti dopo gli anni passati all’Atalanta, altro club storicamente di metà classifica che grazie a lui ha cominciato a sentire profumo di Europa.

A cosa servirà la commissione?

Il presidente della FIGC ha annunciato l’inizio di questa commissione, che inizierà ad essere operativa a partire da oggi. Gravina ha anche parlato di quelli che saranno i suoi compiti: «grazie alla collaborazione di 5-6 figure della Serie A che lavorano nei club maggiori, e dunque hanno esperienza, avremo un confronto costante, anche per sensibilizzare le società sui problemi esistenti».

Fondamentalmente lo scopo sarà quello di portare avanti una collaborazione tra club di Serie A e nazionale a cui già Spalletti aveva dato il via nei mesi precedenti. Si cercherà di favorire l’utilizzo degli spazi a disposizione del c.t. e provare a dargli una mano nella scelta dei convocati. I club si impegneranno quindi a migliorare l’utilizzo di ragazzi italiani.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv