Seguici su

Bologna

Stadio – Arnautovic e Orsolini coppia gol da doppia cifra: non accadeva da 13 anni

Pubblicato

il

Una coppia di bomber dopo 13 anni. È questo che lascia la stagione del Bologna, una serie di record battuti ed eguagliati. Dopo i 54 punti, record assoluto in una stagione, Arnautovic in doppia cifra per due anni di fila, frugando le statistiche rossoblù viene fuori che Arna e Orso sono la prima coppia gol a raggiungere assieme la doppia cifra dalla stagione 2009/10, quando furono Di Vaio e Adailton coi loro gol a trascinare il Bologna.

IERI E OGGI. Nel 2009/10 il totale della coppia italo-brasiliano fece segnare 23 reti, trascinando il Bologna ad una salvezza complicata conquistata con il 17° posto in classifica. Campionati molto diversi e situazioni tattiche molto diverse, ma 13 anni dopo con 21 gol la coppia Arnautovic-Orsolini, rispettivamente, 10 e 11 reti ha eguagliato la stagione di Adailton e Di Vaio, contribuendo al 9° posto del Bologna, miglior risultato dal 2011/12. Proprio lui, Marco Di Vaio che dopo 13 anni è ancora al Bologna, oggi nelle vesti dirigente che quei due in attacco ha contribuito a portarli a Bologna.
Si tratta comunque di un avvenimento storico per i rossoblù. 13 anni sono tanti, di mezzo c’è anche una retrocessione. Lo stesso dicasi per i predecessori di Di Vaio e Adailton che fecero registrare una stagione da 12 e 10 reti nel 2002/2003: erano Beppe Signori e Julio Cruz, attaccanti che hanno segnato un’era rossoblù.

NUMERI IMPORTANTI. Le statistiche della stagione dicono che per Orsolini questa è stata la stagione della rinascita. Dopo annate difficili, in cui comunque si era ben comportato sotto porta, quest’anno l’ascolano si è superato. 11 reti in un campionato sono il suo personale record in Serie A e sono un bottino importante per uno che non è un centravanti. Merito della “cura” Motta che ha cercato di valorizzare quanto più possibile le qualità dei suoi attaccanti. Anche per Arnautovic questa stagione è importante. L’austriaco conferma di essere un giocatore importantissimo, che in Serie A può fare la differenza. Lo dicono i numeri: nonostante le assenze e le sol 21 presenze, non tutte da titolare e non tutte per un numero consistente di minuti, Marko ha segnato 10 reti. Un bottino che “salva” la sua stagione falcidiata dai problemi e fa coppia con i 14 dello scorso anno.

Fonte: Giorgio Burreddu, Stadio

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv