Seguici su

Bologna

The Duel – Barrow vs Leao

Pubblicato

il


 
 
Giovani, forti, talentuosi. E soprattutto in gran forma. Musa Barrow e Rafael Leao sono in questo momento le migliori armi a disposizione di Sinisa Mihajlovic e Stefano Pioli, che da questi ragazzi pretendono infatti molto.
 
Giocatori capaci di rompere gli equilibri, i protagonisti del duello della settimana sono pronti a fare nuovamente la differenza, provando a guidare Bologna e Milan verso un successo che sarebbe importante per entrambe le squadre. Per i rossoblu rappresenterebbe la conferma di quanto fatto di buono con Lazio (soprattutto) e Udinese, aumentando la fiducia di un gruppo che appare in crescita. Per i rossoneri i tre punti varrebbero molto per la lotta al vertice, in una giornata in cui le altre interessate si troveranno una contro l’altra (in programma ci sono Roma-Napoli e Inter-Juve). Insomma, la partita si preannuncia interessante, potenzialmente aperta ad ogni risultato. Ed ecco che le qualità dei singoli potrebbero così risultare decisive. E in questo senso, i giocatori più adatti ad accendere la gara sono proprio Barrow e Leao, abili a mettersi in proprio ed inventare situazioni pericolose.
 
Sfruttando la propria abilità nel saltare l’uomo, i due attaccanti riescono infatti a creare superiorità per poi accentrarsi e liberare il loro destro, con cui disegnano traiettorie spesso insidiose per i portieri (vedi i gol contro Lazio ed Atalanta). Esterni rapidi e veloci, dotati di un’ottima tecnica, Barrow e Leao stanno trovando in questo periodo quella continuità che era mancata in questi anni. Questione di fiducia. Perché il talento non era in discussione. Tre gol a testa in questo avvio di campionato, a cui aggiungere assist, giocate e prestazioni importanti. Che li stanno rendendo imprescindibili per i due allenatori.
 
Classe ’98 il gambiano, un anno più giovane il portoghese, si stanno confermando calciatori dal grande potenziale, capaci di mettere in difficoltà le difese avversarie grazie al loro estro e alla loro qualità. Partendo larghi a sinistra – con il nuovo modulo il numero 99 rossoblu ha meno spazio da occupare, guadagnando in termini di freschezza ed incisività – Barrow e Leao puntano spesso l’uomo quando hanno la palla e accompagnano l’azione quando non sono invece in possesso, partecipando in maniera attiva a tutte le manovre offensive di Bologna e Milan. Che hanno bisogno dei loro colpi e delle loro giocate. Abili a sterzare all’improvviso, entrambi possiedono ottime doti balistiche e risultano pericolosi al tiro. Pur peccando un po’ di freddezza sotto porta, da quando vestono le attuali maglie hanno collezionato numeri importanti: 21 reti per il rossoblu, 17 per il rossonero. A cui bisogna aggiungere quelli relativi agli assist, simbolo della capacità di mandare in porta i compagni: 16 per il primo, 11 per il secondo. Personalità, fantasia e capacità di incidere, caratteristiche con cui continuare il percorso di crescita iniziato.
 
Musa e Rafael, stasera uno contro l’altro. Pronti a far esultare i molti tifosi presenti allo stadio. Che sperano di vederli migliorare ancora, affinché possano consacrarsi definitivamente come attaccanti di primo livello. La strada intrapresa è quella giusta.
 
 
 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *