Seguici su

Bologna

Un girone fa – Parma vs. Bologna: Secondo pari consecutivo senza emozioni per i rossoblù che nonsann

Pubblicato

il


Reduce dalla sconfitta di Milano il Bologna si prepara all’ennesima sfida fondamentale in chiave salvezza ancora una volta nel monday night in programma per le ore 19.00 contro il Parma allo Stadio Renato Dall’Ara.
Un girone fa il Bologna affrontò il Parma trovando il secondo risultato utile consecutivo senza però andare oltre oltre il pareggio a reti bianche confermando le proprie difficoltà in fase offensiva. Un girone dopo il Bologna è lontano dalla zona rossa della classifica ma senza la certezza matematica della permanenza in Serie A che è però estremamente vicina.

 

IERI – Il match di andata non fu emozionante così come non fu quello precedete. Bologna e Parma si affrontarono in un freddo Tardini senza farsi male. Un pareggio che non accontentò nessuno soprattutto i rossoblù che allora navigavano in brutte, bruttissime acque.

Nonostante l’allora allenatore rossoblù fosse estremamente motivato a trovare i tre punti i protagonisti sul campo non brillarono in quella che fu una partita decisamente noiosa e dalle poche emozioni. Unica nota positiva fu la grande affluenza dei tifosi rossoblù, furono infatti oltre mille i supporters che affrontarono la breve ma importante trasferta del Tardini. 

Nell’arco della prima frazione di gioco fu il Parma a rendersi protagonista con Siligardi a colpire un palo, complice anche l’immobilismo difensivo del Bologna che lascia fin troppa libertà all’ex rossoblù. Ma l’immobilismo rossoblù non limitò solo al reparto arretrato con anche i attacco felsineo che sembra non sapere più come fare per verticalizzare l’azione e dimostrarsi almeno un minimo propositivi. 

Ne uscì un primo tempo tutto a favore dei gialloblù con Palacio che si rende protagonista dell’unica vera occasione per i rossoblù.

La seconda frazione non fu tanto diversa dalla prima, il Parma tiene il pallino del gioco senza correre troppi rischi ma senza riuscire ad affondare la difesa degli uomini di Inzaghi che si barricano nella propria metà campo. 

Unica azione degna di nota fu il goal annullato di Calabresi per offside giustamente fischiato da Abisso. Nemmeno la girandola di cambi riesce a smuovere il match che si incanalò verso un brutto e noioso zero a zero con Miste rInzaghi che non completò nemmeno i cambi, “Non ho fatto il terzo cambio perché ho pensato non potesse portare a niente” ammise l’allora allenatore rossoblù Filippo Inzaghi nel post partita, frase che lascia perplessi soprattutto se arriva dall’allenatore di una squadra che dovrebbe giocarsi il tutto per tutto. 

 

OGGI – Ad un girone di distanza il Parma si trova nella rassicurante posizione che gli da la matematica salvezza. A dover ancora lottare per trovare la certezza aritmetica è invece il Bologna a cui manca pochissimo per raggiungere l’obiettivo fissato ad inizio stagione. La sconfitta di Milano e la simultanea vittoria dell’Empoli a Firenze non hanno giocato a favore dei rossoblù che contro il Parma si troveranno a dover scendere in campo nuovamente con il coltello tra i denti alla ricerca dell’aritmetica salvezza e con la consapevolezza delle importanti assenze che affliggeranno i rossoblù.

Il Bologna dovrà infatti rinunciare forzatamente a due dei suoi migliori giocatori dell’ultimo periodo con Sansone e Dijks che dovranno scontare rispettivamente una e due giornate di squalifica a causa delle espulsioni rimediate a Milano. 

Per quanto riguarda il reparto offensivo l’assenza di Sansone potrebbe spianare la strada ad Edera che potrebbe vestire la maglia da titolare a discapito di un Mattia Destro che sta bene ma che non ha ancora il 90 minuti nelle gambe. Così come l’attaccante ascolano anche Santander, titolare nella sfida di andata, sembra essere candidato alla panchina e ad un eventuale subentro nella seconda frazione di gioco. 

Resta invece da capire cosa comporterà l’assenza di Mitchell “trattore” Dijks dal punto di vista difensivo con Krejci che potrebbe trovare spazio sulla fascia solitamente occupata dall’Olandese mentre Mbaye dovrebbe riprendersi il posto dell’altro lato del campo andando a sostituire Calabresi, che oltre ad aver disputato da titolare la partita di andata, è reduce comunque da un ottima prestazione a San Siro. 

Altra importante assenza tra le file rossoblù sarà Andrea Poli che verrà rimpiazzato con tutta probabilità da Blerim Dzemaili che affiancherà Erik Pulgar e il rientrante Soriano al centro del campo disegnato da Sinisa Mihajlovic. 

Anche il Parma dovrà far fronte ad una serie di assenze quasi tutte per infortunio con la differenza che, essendo i gialloblù già matematicamente salvi, queste assenze potrebbero influire solo sul risultato della singola partita e non sull’esito dell’intera stagione. 

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv