Seguici su

Bologna

VERSO INTER-BOLOGNA – Vincere per confermarsi. Conte ha tanti dubbi, cambi anche per Mihajlović?

Pubblicato

il

Bologna FC

 

 

A caccia di conferme: è questo l’obiettivo comune di Inter-Bologna che domani sera si sfideranno a San Siro, nell’anticipo serale della nona giornata di campionato. La squadra di Conte ha il morale alto dopo la convincente vittoria in Champions League contro il Borussia M’Gladbach; stessa cosa per i rossoblù di Mihajlovic, che vengono da due vittorie consecutive in campionato.

COME ARRIVA L’INTER – Ipotesi turn over per Conte, che ha già la testa alla decisiva sfida di Champions contro lo Shaktar, in programma la prossima settimana. Ecco perché poco è deciso e le scelte definitive potrebbero arrivare solo in extremis. Il modulo resta lo stesso: 3-5-2 con Handanovic in porta, mentre in difesa solo D’Ambrosio è sicuro di una maglia. L’altra se la contendono Bastoni, de Vrij, Skriniar e Ranocchia: al momento, i primi due sono favoriti. Ballottaggi anche sugli esterni di centrocampo: Hakimi e Perisic sono in vantaggio rispetto a Darmian e Young, mentre in mezzo ci saranno Gagliardini, Vidal e Brozovic, favorito su Barella. In attacco, al fianco di Lukaku, Sanchez è leggermente avanti su Lautaro per giocare dal 1′.

INTER (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, A. Bastoni; Hakimi, Vidal, Brozovic, Gagliardini, Perisic; Lukaku, Sanchez.

COME ARRIVA IL BOLOGNA – La squadra rossoblù è galvanizzata dalle due vittorie consecutive in campionato ma soprattutto per il clean sheet contro il Crotone, arrivato dopo tanto tempo. Anche per Sinisa potrebbero esserci novità, soprattutto a causa dell’assenza di Orsolini. Si sta pensando a un 3-4-1-2 con Skorupski in porta, mentre Medel, Danilo e Tomiyasu comporranno la linea difensiva. De Silvestri e Hickey avanzeranno sulla linea di centrocampo, in mezzo pronti Schouten e Svanberg, favorito su Poli. Soriano, l’uomo in più di questa squadra, agirà da trequartista alle spalle di Barrow e Palacio.

BOLOGNA (3-4-1-2): Skorupski; Medel, Danilo, Tomiyasu; De Silvestri, Schouten, Svanberg, Hickey; Soriano; Barrow, Palacio.

TERNA ARBITRALE – Per questa gara è stato designato l’arbitro Valeri di Roma, coadiuvato da Preti e Bresmes. Quarto uomo Mariani, mentre al VAR Irrati e Lo Cicero.

STATISTICHE (Powered by OPTA) – Dal ritorno di Mihajlovic sulla panchina del Bologna, i rossoblù hanno vinto due delle tre gare di Serie A contro l’Inter (1P), tanti successi quanti nelle precedenti 25 gare contro i nerazzurri (in cui si sono susseguiti 13 tecnici differenti). Dopo il successo per 2-1 dello scorso luglio, i felsinei potrebbero vincere due sfide consecutive contro l’Inter in Serie A per la prima volta dal 1999. L’Inter ha subito almeno due gol in tutte le ultime sei gare casalinghe, considerando tutte le competizioni; non ha mai fatto peggio nella sua storia da quando esiste la Serie A a girone unico (dal 1929/30). Curiosità su Lukaku: l’attaccante belga è andato a segno in tutte le prime tre presenze casalinghe in questo campionato, l’unico giocatore ad aver segnato in tutte le sue prime quattro in casa con l’Inter in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria è stato Christian Vieri (ci è riuscito nel 2001/02 e nel 2002/03 è arrivato addirittura a 11). La certezza del Bologna si chiama Soriano: dopo appena nove giornate, il centrocampista ha già eguagliato il suo bottino di reti realizzato in tutto lo scorso campionato (cinque); in tutta la sua esperienza in Serie A ha fatto meglio solo nel 2015/16, otto gol con la Sampdoria.

Tanta voglia di fare bene e di confermarsi dopo un periodo positivo: serve la partita perfetta per riuscire a portare a casa tre punti fondamentali. Parola al campo.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv