Seguici su

Calcio

Il Punto sulla Serie A: Parma, il sogno europeo passa dai piedi di Kulusevski e Gervinho

Pubblicato

il


Prosegue il viaggio tra le situazioni in casa dei club di Serie in vista della ripresa estiva di questo anomalo e incredibile campionato che dovrebbe giungere a conclusione il prossimo 2 agosto. In casa Parma da oggi si è cominciato a pensare alla prima sfida di questo minitorneo di 12 partite. D’Aversa ha annunciato un’intensificazione del lavoro psicologico sui suoi calciatori, e i tifosi sognano ancora l’Europa.

LA RIPRESA- Il Parma, come tutte le squadre di Serie A, si è ritrovato lo scorso 18 maggio a Centro Sportivo di Collecchio. In ossequio a quelle che avrebbero dovuto essere le norme per la prima parte degli allenamenti collettivi, poi bocciate dalla Lega Serie A, i crociati avevano comunque optato per il ritiro dell’intera rosa, che avrebbe comunque continuato a svolgere sedute d’allenamento individuali.
L’ok per gli allenamenti collettivi dopo soli due giorni ha indotto il Parma a rendere il ritiro facoltativo, e consentendo ai calciatori di tornare presso le proprie abitazioni.

CASO GERVINHO- Nonostante le voci di una positività, smentite dalla società, l’ala ivoriana è oggi a disposizione del tecnico gialloblù. L’ex Roma era rientrato poco prima del 18 maggio, in compagnia del connazionale Kessié ed entrambi erano stati sottoposti secondo la norma vigente all’isolamento fiduciario dopo il rientro dall’estero. Una spiacevole voce che ha costretto la società a smentire la positività del calciatore. Ora Gervinho, che ha terminato il suo periodo di quarantena una settimana, si allena regolarmente col resto del gruppo in quel di Collecchio.

NODO KULUSEVSKI- Ancora da sciogliere il nodo relativo alla stellina svedese Dejan Kulusevski. Il cartellino del calciatore è passato lo scorso gennaio dall’Atalanta alla Juventus, tuttavia l’ex primavera della Dea è rimasto a Parma per concludere la stagione. La nuova ed anomala situazione necessiterà da parte degli organi istituzionali un chiarimento al momento non ancora giunto. Il DS Faggiano ha espresso nei giorni scorsi le sue perplessità in proposito, chiedendo a FIGC e FIFA chiarezza su come dovranno muoversi le società in merito ai prestiti in scadenza il prossimo 30 giugno. La stagione prolungata fino al 31 agosto prossimo impone la possibilità di terminare la stagione con le squadre a cui i calciatori sono in prestito, ma l’accordo con la situazione ancora non chiara è comunque nelle mani delle tre parti in causa, società e calciatore.

AMBIZIONI EUROPEE- Il Parma ricomincerà la sua corsa dalla sfida col Torino. I gialloblù sognano l’Europa trovandosi a un punto dal settimo posto occupato oggi dal Milan, mentre i granata dovranno trovare punti preziosi per non rimanere invischiati nella lotta per non retrocedere. Prima dello stop il Parma dell’8 marzo, il Parma aveva perso con la SPAL in casa e aveva anche inanellato una serie di risultati non troppo positivi, complice anche l’assenza di Kulusevski alle prese con qualche problema muscolare dopo la pausa natalizia. Ora lo svedese, che alla fine dovrebbe rimanere in Emilia per concludere la stagione nel capoluogo parmigiano, è a completa disposizione: dai suoi piedi e da quelli di Gervinho, già tornato in inverno nei ranghi dopo la mancata cessione di gennaio, passeranno le ambizioni della squadra di D’Aversa.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv