Raddoppio su: David Reginald Cournooh

Scritto da  Apr 01, 2022

Poco più di 48 ore all'ora X, quella che vedrà Cremona scendere sul parquet del Paladozza per una delle gare più importanti della stagione. Della propria ma ovviamente anche della Fortitudo. Chi al 40' avrà la peggio non sarà retrocesso ma riceverà un bello schiaffo psicologico.

Nonostante la vittoria contro Treviso, la Vanoli non arriva alla sfida al 100%. Manco a scriverlo, complici le assenze di Pecchia e Poeta che impoveriscono notevolmente il roster di Galbiati. Parzialmente diverso il discorso per la effe. Torna a disposizione con ogni probabilità Benzing mentre rimane qualche dubbio su Procida. Il classe 2002 non essendosi allenato con il gruppo in settimana, potrebbe risultare l'unico assente tra i biancoblu; dettaglio tutt'altro che trascurabile confrontato alle indisponibilità avversarie già citate.

Al netto di chi non scenderà sul parquet, chi potrebbe creare qualche grattacapo ai biancoblu domenica? 

Il giocatore meritevole di raddoppio è una vecchia, ma neanche troppo, conoscenza di basket city: David Reginald Cournooh. Oltre alle recenti stagioni in Virtus, è stato anche parte della Biancoblu per una stagione, si parla di ormai 9 anni fa.

Dal 2020 è un punto cardine della Vanoli e contro le bolognesi molto spesso riesce a trovare le motivazione giuste per fare un "partitone". In stagione negli oltre 27 minuti in campo a gara viaggia a 11,8 punti di media tirando dalla media con quasi il 50% (49,6) e il 27,7% da tre migliorando le proprie statistiche rispetto alla scorsa stagione.

Oltre ai numeri offensivi, Cournooh fa del pressing in difesa una delle sue caratteristiche più apprezzate (non è da escludere che la crescita di Pajola in questo senso sia condizionata dall'essersi allenato anche con lui nei primi anni da professionista). Considerati i ranghi ridotti degli ospiti su di lui saranno riposte molte responsabilità ed è facilmente immaginabile che possa essere largamente coinvolto in entrambe le fasi del gioco dai compagni. Anzi, sarà lui a dover coinvolgere i compagni, spalleggiando primariamente Spagnolo ma non solo. 

Una situazione che potrebbe galvanizzare chi, come lui, riesce ad incanalare tutta la tensione delle sfide più sentite nel modo giusto. Un'altra "vendetta" verso Basket City è pronta per essere servita? Dipende anche dalle contromosse fortitudine. E quali potrebbero essere queste contromosse?

Innanzitutto la "famosa" difesa sulla prima linea, se togli quella a Cremona vinci o, almeno, ti avvicini molto alla vittoria. Sarà necessaria un'altra partita intensa da parte di Frazier e Feldeine con la speranza che Durham possa ritrovare lo stato di forma delle prime uscite in biancoblu; oggi è il lontano parente del playmaker che prendeva per mano la squadra in autunno. 

Un altro nome avversario al quale prestare particolare attenzione è quello di Tres Tinkle, ala grande dal tiro discreto. Il confronto con Benzing sarà interessante anche se negli schemi difensivi biancoblu potrebbe accoppiarsi con Charalampopoulos. 

Occhio quindi a Cournooh, occhio a Tinkle ma, soprattutto, focus sulle proprie sicurezze costruite e ritrovate nell'ultimo mese. La Fortitudo questa volta parte con i favori del pronostico e non permettersi di disilluderli. 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 01 Aprile 2022 17:12
Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e di pallone, ciclismo e palla a spicchi. Tifosissimo rossoblù da sempre. La prima prima partita che ho visto allo stadio è stata di Coppa Intertoto nel 1998: Bologna-National Bucarest 2-0.