Cento-Fortitudo: il pre-partita di Coach Angori Foto di Valentino Orsini/Fortitudo Pallacanestro

Cento-Fortitudo: il pre-partita di Coach Angori

Scritto da  Mag 13, 2023

Settimana di avvicinamento ai playoff a dir poco movimentata per la Fortitudo che domani alle 18 scende in campo alla Milwaukee Dinelli Arena per la fase decisiva della propria stagione. Lo fa con un assetto rinnovato dall'innesto di Banks e guidato dal nuovo head Coach Matteo Angori che fa il punto della situazione alla vigilia della sfida contro Cento:

"Prima d tutto mando un doveroso abbraccio a Luca Dalmonte. Mi ha insegnato tanto in nove mesi di lavoro condivisi, mi ha dato fiducia nel corso della stagione e lo ringrazio. Abbiamo fatto quattro allenamenti per recuperare gli acciaccati ed inserire Banks. Siamo pronti per giocare e tornare da Cento con almeno una vittoria."

Come sta la squadra fisicamente e mentalmente: "Sta bene, ci siamo allenati a ranghi completi (Panni escluso). Credo ci sia stata una scossa che deve responsabilizzarci tutti, staff e giocatori."

Su Banks: "E' inutile presentarlo, conosciamo tutti il suo talento. Durante la stagione abbiamo visto che l'A2 non è facile. Ci sono tanti giocatori abituati a fare bene in questa categoria, Adrian non ci ha mai giocato ma è un grande professionista. Non sarò io ad insegnargli pallacanestro ma dobbiamo fargli esprimere il suo talento al massimo.  Può aiutarci anche in fase di playmaking, ma abbiamo Fantinelli e Vasl che si sta allenando duramente per tornare al 100%. Da Banks ci aspettiamo anche una dose di leadership come ha fatto in questi primi giorni."

Sulla responsabilità dell'obiettivo: "La dirigenza si aspetta un playoff con dei risultati, un cambio di marcia. L'asticella con Banks si è alzata. Pre me sarà la prima vera partita da capo allenatore, cercherò anche io di allenarmi e allenarli attraverso le partite. Dovremo allenarci giocando ma siamo pronti per farlo con il massimo della dedizione e lo scatto mentale che dovrà esserci."

Sulla gesitone delle personalità e del talento nel roster:"Io voglio rendere tutti liberi di esprimere le proprie caratteristiche con un grande senso di responsabilità condiviso. L'ho visto negli allenamenti e sono fiducioso remeranno tutti dalla stessa parte facendo emergere tutta l'esperienza che c'è in questa squadra, una scintilla si è vista."

Su Cento: "Cento è un top team della categoria con un'identità precisa offensiva e difensiva allenata benissimo. Cercheranno di toglierci le principali opzioni. Noi dovremo entrare in campo provando a portare la serie a Bologna con una vittoria."

Cosa è mancato fino ad ora: "In alcune gare il fuoco. Con Luca abbiamo condiviso un percorso sempre appoggiato dal punto di vista tecnico. Non voglio cambiare tutto ma mettere in comfort la squadra, metterla in condizione di esprimere tutto il talento che ha e lavorare soprattutto dal punto di vista mentale."

Palla a due domani ore 18, Milwaukee Dinelli Arena.

 

Ultima modifica il Lunedì, 15 Maggio 2023 17:09
Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e di pallone, ciclismo e palla a spicchi. Tifosissimo rossoblù da sempre. La prima prima partita che ho visto allo stadio è stata di Coppa Intertoto nel 1998: Bologna-National Bucarest 2-0.