Prelevic, Komazec, Patavoukas, Savic e Galilea Prelevic, Komazec, Patavoukas, Savic e Galilea Crediti: Virtuspedia

Stadio - Zoran Savic: "Questa Virtus mi piace molto: è in atto un processo di ringiovanimento."

Scritto da  Ago 11, 2023

Dopo essersi privata di alcune pedine importanti, la Virtus Segafredo ha cambiato volto in questa estate: dopo la sconfitta in Finale Scudetto contro l'Olimpia Milano, la squadra di Coach Scariolo ha ingaggiato diversi giocatori. Innesti importanti che possono spostare gli equilibri del campionato di LBA. Zoran Savic, che ha militato con le Vu Nere per due stagioni, ha parlato per Più Stadio (intervistato da Marco Tarozzi) del mercato della formazione bianconera e del futuro della squadra.

Due parole su Milos Teodosic? - "Milos è un giocatore unico ed irripetibile. Con lui i tifosi si sono divertiti parecchio ma tutto evolve. Si volta pagina e si va avanti."

Sarà l'anno zero? - "A me questa nuova Virtus piace molto. Credo sia in atto un processo di ringiovanimento. La società probabilmente non spende più come prima ma ha lavorato bene sul mercato. E al timone c'è sempre Scariolo, che sa come gestire il gruppo. Non sempre i grandi nomi sono garanzia di qualità assoluta, si può fare bene comunque. Andare avanti con Teodosic e Belinelli insieme sarebbe stato difficile per esigenze fisiche. Ora Marco potrà utilizzare meglio le sue doti da tiratore. Le cose possono andare meglio dell'anno scorso."

Sul mercato in entrata - "Jalen Smith è un gran bel colpo: è una guardia che sa anche costruire gioco. Due anni fa è stato il miglior giocatore della BundesLiga, è forte fisicamente e tosto in difesa. Credo sia adatto alla pallacanestro di Scariolo. Devontae Cacok è invece un lungo moderno cacciatore di rimbalzi: la sua presenza si farà sentire."

Su Dunston - "Lui e Belinelli porteranno esperienza a un gruppo che si sta rinnovando e vuole essere competitivo anche in Europa."

Sugli innesti italiani Polonara e Mascolo - "Sul mercato non c'era di meglio. Polonara sa aprire il campo e ha già vinto. In questa Virtus vi sono giocatori che sanno cosa significa competere a livello europeo."

Sull'Eurolega - "Penso che questa squadra sia più adatta all'Eurolega della scorsa stagione. Se in quella competizione non hai un approccio fisico non vai avanti. Questa Virtus è più attrezzata fisicamente. Scariolo ha le sue carte da giocare."

Su Cordinier - "Fisicamente è perfetto, ma gli manca un po' di continuità."

Una leggenda del basket europeo

Classe 1966, Savic è nativo di Zenica ed è stato un cestista di fama internazionale. Dopo aver iniziato a giocare a basket a 16 anni, ha bruciato le tappe in fretta fino a detenere attualmente il record assoluto dello sport professionistico per percentuale di vittorie nelle finali disputate tra Club e Nazionale. Savic infatti, con la maglia di Jugoplastika, Barcellona, Real Madrid, Efes Pilsen e Fortitudo ha vinto 21 delle 23 finali giocate. Nel proprio palmares vanta tre Coppe Campioni/Eurolega, vincendo l'ultima anche con il titolo di MVP delle Final Four, proprio in maglia Virtus. Attualmente Savic è il General Manager del Partizan.

Crediti: Più Stadio

Ultima modifica il Venerdì, 11 Agosto 2023 11:34
Roberto Ligorio

Classe 1998, laureato in Comunicazione a Roma, studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio più grande sogno: raccontare lo sport e viverlo da vicino. Ex cestista, oggi amante del Basket, della fotografia e del cinema.