La Virtus domina Scafati e vince 94-67 Foto Virtus Pallacanestro

La Virtus domina Scafati e vince 94-67

Scritto da  Feb 11, 2024

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – GIVOVA SCAFATI 94 - 67 (31-21, 49-41; 68-52)

Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 5, Belinelli 18, Pajola 2, Dobric 10, Mascolo 5, Lomazs 1, Shengelia 8, Hackett 5, Mickey 8, Polonara 5, Zizic 12, Abass 15. All: L. Banchi

Givova Scafati: Imade 0, Borriello 0, Sangiovanni 0, Mouaha 0, Pinkins 16, Rossato 11, Robinson 13, Rivers 10, Nunge 5, Pini 2, Strelnieks 0, Gamble 10. All: Boniciolli

Qui le statistiche complete

Quinta vittoria consecutiva in campionato per la Virtus Segafredo Bologna che ha battuto per 94-67 la Givova Scafati, priva di Alessandro Gentile e Blakes. Il match, di fatto, è rimasto in equilibrio per soli cinque minuti perché le Vu Nere, già sul finire di primo quarto, hanno messo in chiaro le cose. Trovata la doppia cifra di vantaggio grazie ad un ispirato Belinelli, MVP di partita, la Virtus ha saputo tenere botta nei pochi momenti di difficoltà chiudendo la sfida a cavallo tra la fine del terzo e l’inizio del quarto periodo di gioco. Con questa vittoria, la formazione allenata da coach Banchi si conferma al secondo posto in classifica, sempre alle spalle della Germani Brescia, ed ora avrà qualche giorno per preparare al meglio l’impegno di Coppa Italia che vedrà la Virtus giocare giovedì pomeriggio, ore 18, contro la Pallacanestro Reggiana.

LA CRONACA.

Partenza equilibrata quella tra Virtus e Scafati. La formazione campana ha subito messo a segno diversi canestri da tre punti ma la Segafredo, sfruttando un già caldo Marco Belinelli ben supportato da Shengelia, Dobric e Mickey, è riuscita a rispondere colpo su colpo chiudendo la prima frazione di gioco in vantaggio 31-21. Nel secondo quarto, complici anche i numerosi errori della Virtus sia in attacco che in difesa, Scafati è riuscita a ricucire lo strappo tornando anche ad un solo punto di distanza grazie ai canestri di Pinkins. Nel primo vero momento di difficoltà delle Vu Nere ci ha pensato Abass a rispedire lontano l’avversario. Il numero 55, infatti, ha messo a segno diversi canestri importanti che hanno permesso alla Segafredo di andare negli spogliatoi con otto punti di vantaggio (49-41).

Al rientro in campo il ritmo partita è calato. Entrambe le formazioni, infatti, hanno visto abbassarsi le percentuali al tiro e, dopo un’altra fiammata campana, ci ha pensato ancora Marco Belinelli a dare ossigeno alla Virtus. Con un break sul finire di quarto periodo, la formazione allenata da coach Banchi è riuscita a prendere il largo, arrivando sul più sedici (68-52). Arrivata anche a più venti in avvio di quarto quarto, la Virtus è rimasta lucida difendendo il vantaggio accumulato e portando così a casa la vittoria finale.

 

Ultima modifica il Domenica, 11 Febbraio 2024 21:22
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.