Calciomercato Serie A - Il recap generale

Scritto da  Feb 01, 2024

Il mercato invernale di Serie A si è rivelato un mix di movimenti interessanti e accordi che potrebbero cambiare l'equilibrio della competizione. Le squadre hanno lavorato duramente per rinforzare i propri reparti in vista della seconda metà della stagione, ed alcuni movimenti sono stati del tutto inaspettati. Ecco un riepilogo delle principali operazioni di calciomercato, suddiviso per squadra:

Juventus

La Juventus, insieme al nuovo acquisto Tiago Djalo, ha siglato un accordo di prestito con il Southampton per il talentuoso centrocampista argentino, Carlos Jonas Alcaraz Duran. Con 26 presenze in questa stagione, Alcaraz ha dimostrato la sua versatilità e abilità in campo, contribuendo con quattro gol e tre assist.

Inter e Milan

Tajon Buchanan, esterno canadese, proveniente dal Club Brugge, ha rinforzato le fila dell'Inter, portando ulteriore profondità al reparto.

Il Milan ha operato diversi movimenti durante questa finestra di mercato. Matteo Gabbia è tornato anticipatamente dalla sua cessione temporanea al Villarreal, mentre Filippo Terracciano è stato acquisito a titolo definitivo dall'Hellas Verona, portando versatilità alla difesa. Inoltre, diversi giocatori, tra cui Rade Krunić, Devis Vásquez, e Marco Pellegrino, sono stati ceduti temporaneamente a club quali Fenerbahçe, Sheffield Wednesday e Salernitana.

Il triangolo Roma e Fiorentina e Cagliari 

La Roma ha lavorato sulla sua difesa, acquisendo Angelino dal Lipsia a titolo temporaneo e cedendo Marash Kumbulla in prestito al Sassuolo. Andrea Belotti è stato temporaneamente ceduto alla Fiorentina, che ha concluso così un affare importante, rinforzando il suo attacco.

Il trasferimento è stato completato con una formula di prestito oneroso. Nel frattempo, per il Cagliari, l'arrivo di Yerry Mina a titolo definitivo dalla viola rappresenta un colpo importante, che punta a consolidare la difesa della sarda con l'esperienza e la leadership del difensore colombiano. Nel frattempo, il sondaggio per Gianluca Gaetano suggerisce un interesse nel rinforzare il reparto offensivo con giovani talenti italiani.

Lazio e Atalanta

L'interesse della Lazio per l'attaccante Laurienté rivela la volontà del club di potenziare ulteriormente il suo reparto offensivo con talenti emergenti. Nel frattempo, l'accordo verbale per il prestito di Ryan Kent porta un'iniezione di freschezza e versatilità alla squadra, offrendo a Sarri nuove opzioni tattiche per affrontare la seconda metà della stagione.

L’Atalanta invece ha dimostrato la sua volontà di migliorare il suo reparto difensivo esplorando la possibilità di acquisire un nuovo portiere, ma niente risulta ancora definito.

Torino e Monza

L'annuncio dell'acquisto in prestito di Okereke e Masina dal Siviglia e dall'Udinese rispettivamente mostra l'ambizione del Torino di consolidare la sua squadra in vista delle sfide future. Okereke, con la sua esperienza internazionale, potrebbe fornire una nuova minaccia in attacco, mentre Masina aggiunge profondità e solidità alla difesa.

Per quanto riguarda il club monzese, il trasferimento temporaneo di Mirko Maric al Rijeka cambia l’assetto tattico del suo reparto offensivo. Maric si trasferisce in Croazia portando con sé il suo bagaglio di gol procuratosi nella squadra bianco rossa.

Napoli e Salernitana

Il rinnovo del contratto di Politano evidenzia il desiderio del Napoli di mantenere i propri giocatori chiave e la coesione del gruppo in vista delle sfide future. Mentre nella vicina Salerno, le numerose mosse sul mercato sono intente a garantire una lotta competitiva per la permanenza in Serie A. Gomis, Okereke, Vignato e Baldanzi portano una combinazione di esperienza e giovinezza alla squadra, offrendo al tecnico Walter Sabatini diverse opzioni tattiche.

Hellas Verona e Genoa

L'acquisto di Mitrovic dallo Stella Rossa e la cessione di Marlon al Milan mostrano una strategia di mercato mirata del Verona, che cerca di rinforzare il suo reparto difensivo mentre libera spazio per nuove acquisizioni. Nel frattempo, il Genoa non lascia andare Gudmundsson.