Corriere di Bologna - Preoccupazione per Medel. Va recuperato per la sfida alla Fiorentina perché è fondamentale Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblù

Corriere di Bologna - Preoccupazione per Medel. Va recuperato per la sfida alla Fiorentina perché è fondamentale

Scritto da  Mar 07, 2022

Non ci sono dubbi, ancora una volta Gary Medel è stato il migliore in campo tra le fila rossoblù. Ha limitato Belotti nascondendogli la palla e entrando sempre in modo decisivo contro qualsiasi avversario. Colui che sembrava avere le valigie già in mano in estate è la colonna portante della squadra in questa stagione e comanda da vero leader l’intero gruppo senza paura come ha sempre fatto. Sembrava già fatto il suo trasferimento in Spagna, ma poi a causa della fragilità della linea difensiva è rimasto e gli sono state date le chiavi di un reparto disegnato per giocare a quattro ma poi ricostruito a tre. Inutile guardare al passato oggi Medel è l’anima della squadra sia tecnica che emotiva. In campo è sempre sull’attenti pronto ad intervenire su ogni pallone con i tempi giusti per fare la differenza. Non ha caratteristiche fisiche importanti, ma sopperisce con l’atteggiamento tipico di chi sa dare tutto in campo. Non è il più forte al mondo, ma sicuramente lo è nella difesa del Bologna.

Nella partita di ieri era il più anziano tra tutti i 22 in campo, classe 1987 non smette di stupire per atteggiamento e dedizione alla causa. È indispensabile per gli equilibri della squadra ma si prodiga anche per la sua nazionale facendosi Italia - Cile - Italia tutte le volte che la Roja chiama. Anche lì guidando i suoi compagni con la “garra” di sempre. Non è mai stanco. Possibile? A quanto pare sì.

Domenica il Bologna trova la Fiorentina di Italiano al Franchi e sarebbe fondamentale averlo in campo. C’è però da valutare l’entità del risentimento accusato contro il Toro. Anche perché il reparto difensivo non può permettersi certo di perdere un altro giocatore. Theate è squalificato e va valutato per la contusione alla caviglia. De Silvestri alle prese con un affaticamento al polpaccio sinistro preoccupa di più e dopo la nota del club su una nuova positività emersa nel gruppo squadra che è coincisa con l’assenza di Bonifazi nella distinta di domenica, i sospetti ricadono proprio su di lui anche se la società per vie officiose ha detto che era raffreddato.

Inutile pensarci troppo se l’emergenza persiste la linea difensiva dovrà fare un vero restyling. Con Binks e Soumaoro unici centrali di ruolo, uno dei due terzini mancini, Hickey o Dijks, potrebbe fare il ruolo di terzo nella difesa sul centrosinistra, valutando anche chi schierare sugli esterni. Le soluzioni sono da provare e trovare, per questo il recupero di Medel sarebbe molto importante anche per potersi affidare a due marcatori puri a completare la difesa con lui. La speranza è nelle cure settimanali.

Fonte: Corriere di Bologna - Fernando Pellerano