Stefan Posch Stefan Posch Bologna FC 1909

Le PAGELLE di Fiorentina - Bologna

Scritto da  Feb 05, 2023

 

 

Il Bologna trova la vittoria in un gran Derby dell’Appennino che vede i Rossoblù violare per 1-2 il Franchi di Firenze: a castigare la viola ci pensano Orsolini e Posch.

 

Skorupski 5,5 – Sul gol esce in modo impreciso, rinviando di pugno non bene e permettendo il momentaneo pareggio della Viola. Compie un paio di salvataggi di reattività ma li alterna ad un paio di indecisioni a centro area, poteva andare meglio.

Posch 7,5 – Una parola: costanza. E la sua costanza è a livelli alti ultimamente: infila il secondo gol consecutivo nel giro di due giornate e a destra è una sicurezza sia dietro che davanti, dando qualità nelle spinte e mettendo in difficoltà con i suoi cross insidiosi. Da rivelazione iniziale, sta diventando una colonna imprescindibile per il Bologna.

Sosa 6 – Una partita ordinata da parte sua, riproposto titolare dopo l’errore in Coppa Italia, che sembra aver dimenticato con un paio di interventi sicuri in anticipo sugli attaccanti avversari, rischiando qualche imprecisione sul pulire l’area ma che non intaccano la sua prestazione.

Lucumì 6,5 – Dopo un primo tempo un po’ sottotono, nel secondo tempo alza i ritmi e fornisce una più che buona prestazione svettando in mezzo all’area un paio di volte, e anche decisive, per una difesa che, con l’assenza di Soumoro oggi si reggeva più sulle sue spalle che su quelle di Sosa, e il colombiano ha ripagato.

Cambiaso 6 – Lui un po’ sottotono rispetto la prestazione di venerdì scorso, nel primo tempo impreciso su qualche appoggio e un po’ insicuro dietro, infatti dalla sua parte la Fiorentina ha spinto, ma comunque nel corso della partita complessivamente beneficia della prestazione globale della squadra.

Schouten 6 – Una partita da 6 per lui, che nel primo tempo svolge bene il suo ruolo di recupera palloni e alcuni decisivi per le ripartenze dei felsinei nella prima frazione di gioco, nel secondo tempo il suo ritmo cala e Thiago motta decide di farlo rifiatare.

-       Dal 71esimo Moro 6 – Entra bene in partita, mette dinamicità in mezzo al campo a supporto dei compagni e molto utile anche in fase di contenimento sulle spinte offensive degli avversari.

Dominguez 7 – Ottima prestazione da parte dell’argentino, instancabile in entrambe le fasi di gioco, con inserimenti e rinfiniture sull’ultimo passaggio in avanti e con recuperi e sostanza in fase difensiva. Ad oggi fa la differenza in mezzo al campo per il Bologna e lo dimostra sempre di più. 

Orsolini 7 – Gol e assist per lui, conferma quanto di buono ha fatto dalla ripresa del campionato, ci prova più volte ì, prima non centrando la porta mentre nel secondo tempo non è abile a sfruttare una gran palla di Zirkzee che poteva chiudere la partita. Orso c’è e anche lui ad oggi è determinante in questa squadra, lo dimostra anche la partita di oggi.

-       Dal 82esimo Kyriakopoulos s.v

Ferguson 6,5 – Lo scozzese è un paio di partite che va vicino al gol ma viene sempre fermato da miracoli difensivi avversari, vedi oggi Jovic che salva sulla linea il suo colpo di testa (dal quale scaturisce il rigore per il vantaggio Rossoblù). Nel complesso comunque è sempre propositivo, e svolge molto bene il ruolo da trequartista che Motta gli ha cucito addosso e dal quale si aspetta tanto.

-       Dal 82esimo Aebischer s.v

Soriano 6 – Il capitano parte molte bene come contro lo Spezia, andando poi a calare nel corso della partita. Nel primo tempo dialoga molto con i compagni d’attacco sia con passaggi che però per un po’ di imprecisione non permettono un’esecuzione verso la porta, sia buttandosi tra le linee per rifiniere l’azione, non riuscendo però nell’intento. Come detto, con l’aumentare dei minuti faticava sempre di più e infatti il mister opta per cambiarlo.

-       Dal 71esimo Barrow 6 – Entra non impattando magari come voleva, cerca di tenere qualche palla in ripartenza e partecipa alla fase difensiva sul forcing avversario nel finale.

Zirkzee 7 – È davvero scattata la sua ora: anche oggi gran prestazione dell’olandese, tenta spesso la giocata per i compagni e riesce nell’intento, illuminando già un paio di volte prima del no look delizioso che poteva permettere ad Orsolini di chiudere tutto. Viene fermato almeno due volte prima da Terracciano e poi dalla difesa Viola, che non gli concede la gioia del gol neanche in una delle ultime azioni del classe 2001, che si fa 50 metri palla al piede con annesso tunnel a centrocampo vedendosi stoppato appena dopo l’ingresso in area.

All. Thiago Motta 6,5 – Oggi la difesa vedeva la mancanza di un titolarissimo come Soumaoro, lui non toglie Posch dalla destra ma inserisce Sosa dandogli fiducia e viene ripagato, come complessivamente da tutta la squadra che è entrata in un buon trend: due vittorie consecutive, buona prestazione nel gioco, in difesa sa soffrire e davanti riesce sempre più a concretizzare. La sua mano c’è e per il momento risulta decisiva.

 

FIORENTINA: Terracciano 5,5, Dodò 5 (dal 84esimo Terzic s.v), Milenkovic 6, Igor 5 (dal 46esimo M.Quarta 5,5), Biraghi 5,5, Bonaventura 6 (dal 62esimo Cabral 6), Amrabat 5,5, Barak 5, Gonzalez 6, Jovic 5,5, Saponara 6,5 (dal 72esimo Brekalo 6). All. Italiano 5,5

 

Ultima modifica il Lunedì, 06 Febbraio 2023 09:43
Omar Riahi

Appassionato sportivo dalla nascita con il sogno di raccontare gli eventi tramite le parole e la scrittura. Attualmente, aspirante giornalista sportivo e studente all’Università di Bologna.