Milan, Pioli: «Partiamo con entusiasmo. Soddisfatto del mercato» crediti immagine: AC Milan

Milan, Pioli: «Partiamo con entusiasmo. Soddisfatto del mercato»

Scritto da  Ago 20, 2023

Questo pomeriggio, vigilia di Bologna-Milan, ha parlato in conferenza stampa Stefano Pioli, tecnico dei rossoneri.
Di seguito le sue parole.

Sulla rosa 

«La società ha ascoltato le mie richieste per quanto riguarda i ruoli e le caratteristiche dei giocatori. Sono contento del lavoro fatto, ci sono comunque giocatori che potrebbero ancora uscire. Noi comunque pensiamo solo alla gara di domani. Non so se questo sia il Milan più forte che abbia allenato, tra uscite ed entrate abbiamo cambiato 20 giocatori. Domani ci faremo trovare pronti, anche se l’esito della partita non determinerà il nostro cammino. Vogliamo iniziare al meglio. Partiamo molto entusiasti perché i nuovi arrivati sono giocatori di qualità. Abbiamo lavorato bene su diversi temi, il campo ci dirà dove dobbiamo ancora migliorare. Una situazione sulla quale dobbiamo lavorare è il possesso palla».

Sul campionato

«Il calcio si sta evolvendo, in Italia si è soliti cambiare spesso. La favorita? Non penso ci saranno sorprese».

Sugli indisponibili 

«Per domani non ci sono indisponibili, Okafor non è ancora al cento per cento ma sta recuperando. Musah e Chukuweze avranno bisogno di un po’ di tempo per raggiungere il massimo della forma. Bennacer sta recuperando ma non è ancora pronto per il rientro».

Su Krunic e Adli

«Sto ottenendo da lui buone risposte a centrocampo, il suo ruolo potrebbe ricoprirlo anche Reijnders, gli altri invece sono mezze ali. Krunic è in grado di far giocare meglio le mezze ali. 
Come ho trovato Adli? Sempre motivato, anche lui può fare la mezzala in un centrocampo a tre».

Il ricordo per Carlo Mazzone

«Faccio le condoglianze ai famigliari, per come entrava nella testa dei giocatori era unico, è stato un esempio».

(Fonte: Sky Sport)

 

 

 

 

Ultima modifica il Domenica, 20 Agosto 2023 16:24
Deborah Carboni

Laureata in Scienze della Comunicazione e grande appassionata di calcio. L'amore per il Bologna, iniziato nel 2008, è il motivo principale che mi ha condotto a realizzare un piccolo grande sogno: diventare giornalista sportiva.