Mercier Mercier Bologna Fc 1909

Campionato Primavera - Ancora una sconfitta di misura per il ragazzi di Luca Vigiani: vince il Genoa per 1 a 0

Scritto da  Ott 08, 2023

A Casteldebole si disputa una partita con la preoccupazione della bassa classifica fra Bologna e Genoa, con i rossoblù di casa che si presentano con Bagnolini in porta, Mercier, Amey, Diop e Baroncioni in difesa, Rosetti, Cesari e Hodzic a centrocampo  e Byar e Mangiameli in avanti.

E' un Bologna a cui pesa il sedicesimo posto in classifica e che prova subito ad impostare la gara: pressing alto e circolazione della palla, ma con una sterilità evidente, mentre è il Genoa che ha la prima occasione vera con un tiro di Sarpa, al 18esimo, da appena fuori area e Bagnolini si deve impegnare con un colpo di reni, per deviare oltre la traversa la sfera.
 
Il Bologna prova a dare continuità alla sua manovra, ma è il Genoa che prova, con veloci capovolgimenti di fronte, a tentare di offendere l'altra retroguardia rossoblù. E' un Bologna che difetta di carattere e incisività, con una difficoltà nell'ordire trame che creino preoccupazione alla difesa avversaria. Ma non manca la volontà di produrre gioco e questo va ascritto alla compagine di Vigiani. Fra i singoli segnaliamo un buon Amey, in versione capitano di giornata, il solito Rosetti e un Byar, sempre propositivo.
Po al 40esimo si sblocca il risultato: lancio in profondità del Genoa, Amey va in pressione sull'attaccante Papastylianou, che, appena entrato in area, scivola a terra. L'arbitro Gianquinto, molto generosamente, concede il rigore (anche il cronista di Sportitalia sottolinea  la facile concessione della massima punizione). Fini, dal dischetto, batte Bagnolini per l'1 a 0.
Ad un minuto dalla fine è Menegazzo che non capitalizza un ottimo servizio di Baroncioni dalla sinistra. La palla si spegne fra le braccia di Consiglio.
 
Il secondo tempo vede sempre il Bologna portare la manovra nella metà campo avversaria, alla ricerca del pareggio.  al decimo Luca Vigiani manda in campo Giovanni Busato al posto di Manuel Cesari, che non ha dato il contributo al gioco dei rossoblù di casa che il mister Vigiani si aspettava da lui. La trama rimane la stessa del primo tempo, con un Bologna che decide di stabilirsi nella metà campo avversaria, ma senza reali pericoli per Consiglio.
Su un veloce cambio di gioco, il Genoa si rende pericoloso in due azioni ravvicinate, con Palella che di testa manca il bersaglio grosso. Il Genoa da l'impressione sempre di poter essere pericoloso con improvvise accellerate.  Intanto al 65esimo Mangiameli lascia il campo per Ebone, che si piazza al centro dell'attacco dei padroni di casa.
Si infortuna Amey e al suo posto entra Svoboda, mentre Ravaglioli subentra al centrocampista Rosetti.
Occasionissima per il Bologna al 77esimo: palla col goniometro di Hodzic in mezzo all'area ma Ebone si fa ipnotizzare da Consiglio, all'altezza del dischetto del rigore. Nel cambio di gioco, è ancora Fini che semina avversari e spara alla sinistra di Bagnolini rischiando il raddoppio per il Grifone.
Poi tre occasioni per il Bologna, ma Mercier, Hodzic ed Ebone non sfruttano le ottime occasioni capitate loro. Diop ormai gioca in avanti e questa la dice lunga sul come il Bologna vuole prendersi il pareggio.
E dopo 5 minuti di recupero, l'arbitro Gianquinto fischia la fine della partita.
Bologna che rimane sempre più impelagato nella zona bassa della classifica e che adesso deve iniziare a trovare le soluzioni giuste per ricominiciare a fare punti. A partire dal prossimo 23 ottobre, quando i ragazzi di Luca Vigiani faranno visita ai pari età dell'Atalanta.
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"