Joshua Zirkzee e Giovanni Fabbian Joshua Zirkzee e Giovanni Fabbian Bologna FC 1909

È un Bologna formato Europa: 2-0 al Torino e quinto posto in classifica

Scritto da  Nov 27, 2023

Ritorna la Serie A e ritorna il Bologna al Dall’Ara. I Rossoblù chiudono questa tredicesima giornata di campionato ospitando il Torino di Ivan Juric in un match il quale potrebbe essere molto importante per le zone “calde” della classifica, quelle che profumano d’Europa. Thiago Motta ha vissuto una settimana non semplice a livello di infortuni: mancano all’appello Bonifazi, Orsolini e Corazza. L’allenatore italo-brasiliano sceglie il suo classico 4-2-3-1: Skorupski tra i pali; Posch, Beukema, Calafiori, Kristiansen a comporre il quartetto difensivo; Fabbian, novità di serata, insieme ad Aebischer in mediana; Saelemaekers, Ferguson, Ndoye sulla trequarti a supporto di Joshua Zirkzee. Ivan Juric per il suo Torino schiera un 3-4-1-2 con una sorpresa: in porta Gemello e non Milinkovic-Savic; Tameze, Buongiorno, Rodriguez nella difesa a tre; Bellanova, Linetty, Ilic, Lazaro a centrocampo; il solo Vlasic sulla trequarti dietro a Zapata e Sanabria.

Primo tempo

Il primo spunto Rossoblù porta il nome di Giovanni Fabbian: al 3’ di gioco il giovane cerca lo spunto dalla sinistra, non riuscendo però a lasciare il segno. Le due squadre sono guardinghe, conoscendo la reciproca pericolosità, e qualche imprecisione dà il là alle rispettive azioni offensive. È il Torino a sbloccarla al 18’: Calafiori anticipa Sanabria, Aebischer mette la palla fuori dall’area dove però arriva Vlasic, il quale aggira Fabbian e di sinistro scarica una bomba che non lascia scampo a Skorupski. Il VAR però salva il Bologna: Zapata è davanti a Skorupski al momento del tiro, che però viene toccato da Sanabria, anch’esso in fuorigioco. Si rimane quindi sullo 0-0.

Al 23’ è Kristiansen il primo a finire sul taccuino dell’arbitro: giallo per il terzino danese per un fallo su Bellanova. Al 24’ ancora Toro: Zapata prova da fuori, Skorupski mette in corner. Altro giallo per il Bologna al 30’: è Fabbian a entrare in ritardo sulla propria trequarti dopo aver perso palla. Dalla punizione nasce un tentativo di Buongiorno di testa, il quale finisce alto sopra la traversa, ma che comunque denota la maggiore pericolosità dei Granata in questa prima frazione. Il primo tiro potenzialmente pericoloso il Bologna lo fa al 35’, ma Ndoye spara altissimo dopo un bel filtrante orizzontale di Posch. Pochi minuti dopo è Zirkzee a provare ad accendere la luce, ma viene murato dalla retroguardia del Toro. Il primo giallo Granata arriva al 39’: Linetty duro da dietro su Fabbian, Colombo estrae il cartellino. Dopo un minuto di recupero, al 46’ si conclude la prima frazione di gioco, con un Torino molto più vicino al gol dei Rossoblù.

Secondo tempo

La ripresa parte con le due squadre subito all’attacco, che però non riescono a sfondare come vorrebbero le linee difensive. Al 49’ ancora il Torino vicino al gol: Ilic appoggia per Sanabria che calcia di poco alla destra di Skorupski. Al 54’ ecco la prima vera occasione del Bologna: ci provano prima Ndoye e poi Zirkzee, entrambi rimpallati, ed è Fabbian ad avere l’ultima parola con un tiro deviato in angolo. Al 55’ anche i primi cambi per Motta: escono Aebischer e Kristiansen ed entrano Freuler e Lucumì. Un minuto dopo arriva il gol del Bologna: Calafiori serve Beukema, il quale di prima lancia il contropiede letale di Fabbian. Il numero 80 vince il rimpallo con Gemello uscito sulla trequarti e insacca a porta vuota: è 1-0 Bologna, secondo gol per Fabbian in campionato.

I cambi di Motta hanno rigenerato la squadra, che sembra molto più pericolosa in questa fase della partita. Al 63’ ancora il Bologna vicino al gol: da una punizione sulla destra svetta Posch, il quale mette di poco a lato. Cresce la tensione in campo: due gli ammoniti per il Torino. I granata al 70’ effettuano i primi cambi: escono Tameze, Zapata e Linetty per Vojvoda, Pellegri e Gineltis. Contemporaneamente Motta inserisce Urbanski per Saelemaekers. Altra occasione Rossoblù al 75’: Calafiori in area ne salta uno e serve Zirkzee, il suo tiro viene deviato in angolo. Altro cambio per il Torino: al 76’ esce Lazaro ed entra Karamoh. Il Bologna cerca con tutte le forze il raddoppio per chiudere la partita, ma è attento anche agli attacchi avversari, che aumentano con il diminuire del tempo. Al 89’ ci prova ancora Zirkzee con una giocata delle sue, ma anche la sua conclusione finisce larga. Al 91’ l’olandese, di nuovo con una magia, finta il tiro, salta il difensore e la mette dentro: è 2-0 Bologna, è sempre Joshua Zirkzee. Dopo 6’ di recupero, e un salvataggio di Skorupski, l’arbitro fischia la fine: al Dall’Ara finisce 2-0, con i Rossoblù che volano al quinto posto in classifica.

Omar Riahi

Appassionato sportivo dalla nascita con il sogno di raccontare gli eventi tramite le parole e la scrittura. Attualmente, aspirante giornalista sportivo e studente all’Università di Bologna.