Joshua Zirkzee è il calciatore AIC Serie A del mese di novembre Damiano Fiorentini

Joshua Zirkzee è il calciatore AIC Serie A del mese di novembre

Scritto da  Dic 01, 2023

Dopo la partenza di Arnautovic verso Milano l’opinione pubblica si è divisa a metà: chi pensava che Joshua Zirkzee fosse già pronto a guidare l’attacco rossoblù e chi, invece, non era convinto potesse reggere il ruolo per puntare ad una stagione di alto livello. Thiago Motta però non ha avuto dubbi e complice anche il mancato arrivo di un altro numero 9 gli ha dato piena fiducia. 

Fiducia ripagata? 

Non solo ripagata, la realtà ha superato le aspettative e Joshua è stato eletto anche giocatore del mese di Novembre AIC Serie A. Con i suoi due gol e un assist nelle tre gare di novembre contro Lazio, Fiorentina e Torino si è reso protagonista della conquista di sei punti fondamentali nella corsa,  non dichiarata, all’Europa. Lui che una Champions League l’ha già vinta da giovanissimo con il Bayern Monaco si sta facendo ora traino per far sognare un approdo continentale anche all’ormai suo Bologna. 

Il comunicato di celebrazione dell’associazione italiana calciatori 

“Joshua Zirkzee è uno dei giocatori per cui vale sempre la pena pagare il biglietto dello stadio, o l’abbonamento per lo streaming. Ogni volta che è in campo e la palla gli arriva, può fare qualsiasi cosa. È alto, dinoccolato con una sensibilità tecnica fuori dal comune. Ma non è solo questo. È il modo in cui pensa il calcio Joshua Zirkzee che è davvero fuori dagli schemi, originale, diverso da tutti. Non è tanto che nessuno potrebbe eseguire le sue giocate - le sterzate improvvise in area di rigore, i colpi di tacco sul fallo laterale, le piccole sponde geniali - è che in pochi possono pensarle. “Il calcio nasce dalla testa o dai piedi” si chiedeva Cruyff, ed è una domanda a difficile rispondere, che Zirkzee rende ancora più difficile. Le sue giocate sembrano totalmente istintive, ma nella loro scarsa convenzionalità, pur nascendo da un pensiero laterale, sembrano sempre esatte.

Questa dimensione estetica, però, che era già evidente nella scorsa stagione, quest’anno sta trovando anche una grande efficacia. Nell’ottimo mese del Bologna ha segnato 3 volte nelle ultime 4 partite, a cui aggiungere quell’assist contro la Lazio. In questo mese di novembre, in cui ha vinto il premio di Calciatore del mese AIC, il suo status in Serie A si è cementato.

Ogni volta che Joshua Zirkzee è in campo, e gli arriva la palla sui piedi, possiamo aspettarci qualsiasi cosa. In un calcio contemporaneo spesso criticato per la sua standardizzazione, di quanti giocatori possiamo dire lo stesso”. 

Fonte: Assocalciatori e Ultimo Uomo 

Ultima modifica il Venerdì, 01 Dicembre 2023 13:42