Alexis Saelemaekers Alexis Saelemaekers Damiano Fiorentini/1000cuorirossoblu.it

La Repubblica – Saelemaekers con voglia di Bologna ma sottotono: per il riscatto serve di più

Scritto da  Dic 06, 2023

È stato, probabilmente, la punta di diamante di un calciomercato estivo così movimentato che a Bologna non si vedeva da anni. Non tanto per i numeri, ma per la situazione in generale, Alexis Saelemaekers è stato il volto della campagna acquisti Rossoblù: classe ’99, proveniente dal Milan dove appena tre mesi prima stava disputando da titolare la semifinale di Champions League. Giovane ma di esperienza, un “tuttofare” voluto da Motta in persona che avrebbe dovuto far svoltare l’attacco Felsineo. A oggi però la realtà è un’altra: Alexis, partito subito con un infortunio, ci ha messo un po’ per trovare il suo spazio, non lasciando però alcun segno.

Una stagione in salita

Come detto nel paragrafo precedente, l’avventura di Saelemaekers sotto le Due Torri non parte alla grande, per usare un eufemismo: al primo allenamento il belga incappa subito in un infortunio, il quale rallenta il suo processo di integrazione negli schemi Mottiani. L’esordio di Alexis in Rossoblù avviene contro il Napoli, dove entra con grinta e in modalità conservativa, visto il risultato sul tabellino: buona impressione. Tre giorni dopo arriva Monza e il primo highlight della sua avventura a Bologna: Saele entra molto bene ma in una partita nervosa. Dopo un fallo non fischiato il belga protesa e manda a quel paese l’arbitro: espulso. La prima da titolare è contro il Frosinone e Alexis entra nelle azioni dei gol Rossoblù, ma più in generale disputa una partita convincente. Da quel momento in poi le sue prestazioni scendono di livello. 

Con il gol cambierà? Saele ha bisogno di incidere

La partita contro la Fiorentina è quella dei primi mugugni: Saelemaekers ha la palla del 1-2 nel primo tempo ma calcia debole addosso al portiere. Il Bologna poi perderà la partita, e le occasioni rimangono. Contro Torino e Lecce non disputa grandi partite, anzi: il belga sembra spaesato, a tratti nervoso, non riesce ad incidere come vorrebbe nella partita. Motta indicava la sua troppa voglia di fare come causa all’inizio, ma ora sembra ci sia altro. Probabilmente Alexis soffre la pressione di dover lasciare il segno, ma di questo ne è consapevole lui in primis. Il riscatto dal Milan è fissato a 10 milioni: a oggi, per quanto visto, non sappiamo se verrebbe riscattato. Il Bologna però crede in lui e Saelemaekers vuole il Bologna: per continuare il matrimonio, però, ci vuole altro, e al più presto.

Fonte – Luca Bortolotti, La Repubblica

Omar Riahi

Appassionato sportivo dalla nascita con il sogno di raccontare gli eventi tramite le parole e la scrittura. Attualmente, aspirante giornalista sportivo e studente all’Università di Bologna.