Thiago Motta: «Vittoria di gruppo. Hanno fatto bene tutti» crediti immagine: Bologna Fc

Thiago Motta: «Vittoria di gruppo. Hanno fatto bene tutti»

Scritto da  Feb 11, 2024

Dopo la vittoria per 4-0 sul Lecce, ha parlato in conferenza stampa Thiago Motta, direttamente dalla sala stampa del Dall’Ara.
Di seguito le sue parole.

Oggi è stato un bel Bologna dall’inizio alla fine, è stata una delle vostre migliori prestazioni? I tifosi chiedono l’Europa, tu come rispondi?

«Non so se sia stata la miglior prestazione, il risultato è importante. Hanno fatto bene tutti, anche quelli subentrati, che hanno mostrato un grande spirito. Europa? Sono contento per Saputo. E’ bello che ci sia questo entusiasmo in città e che ci sia questa riconoscenza, dobbiamo utilizzare tutto ciò per lavorare meglio mantenendo sempre i piedi per terra. Pensiamo già alla gara con la Fiorentina».

Come sta Calafiori?

«Ha preso un colpo».

E’ una vittoria del gruppo, dove anche chi è entrato ha fatto benissimo. Come va letta la rabbia di Zirkzee?

«So che posso mettere chi voglio in campo perché hanno tutti il giusto spirito e la giusta qualità. Mi dispiace che ci siano solo cinque cambi. E’ una grande vittoria di gruppo. Quelli che non hanno partecipato so già che torneranno al lavoro al massimo, sicuramente con la Fiorentina faremo dei cambi. Zirkzee lo vedo triste quando esce dal campo, sta facendo un lavoro impressionante, è un trascinatore. Non ha bisogno di innervosirsi quando non segna, è un grande giocatore e penso sia un piacere pagare il biglietto per vederlo giocare. Lui pensa sempre al gruppo prima che a sé stesso».

Calafiori e Orsolini sono da Nazionale, ma anche Fabbian è cresciuto molto, può ambire alla all’azzurro in futuro?

«Sì. Orsolini dimostra di essere un giocatore di grande livello. Fabbian sin da subito mi ha dato tanto, è un ragazzo molto generoso, a fine partita era molto stanco perché corre, difende e attacca. Abbiamo un gioco molto collettivo e abbiamo bisogno di tutto ciò, sono contento per lui, sta meritando i minuti che gli vengono dati».

Cosa manca ancora a Karlsson per tornare in campo? 

«Ho grande rispetto per i tifosi: è grazie a loro che facciamo questo sport. Sono attenti ai nostri giocatori ed è fantastico. Il mio dovere è mettere in campo chi lo merita di più e in questo momento ci sono altri che meritano. Vorrei far giocare tutti, è difficile scegliere, ma questo è il calcio».

Rispetto all’andata, c’è stato un demerito del Lecce?

«No, il Lecce è allenato da un grande tecnico e sta facendo un buon campionato. La partita di andata me la ricordo: abbiamo fatto una bella gara, nel secondo tempo avremmo meritato di vincerla. Dopo quell’episodio del rigore all’ultimo minuto vedo che fischiano la fine sempre in anticipo. Giocare al Via Del Mare è sempre difficile. Oggi abbiamo fatto una grande prestazione».

Deborah Carboni

Laureata in Scienze della Comunicazione e grande appassionata di calcio. L'amore per il Bologna, iniziato nel 2008, è il motivo principale che mi ha condotto a realizzare un piccolo grande sogno: diventare giornalista sportiva.