Hamilton insieme a Leclerc. I due saranno compagni di squadra nel 2025? Hamilton insieme a Leclerc. I due saranno compagni di squadra nel 2025? formula1.com

F1 | Hamilton-Ferrari nel 2025? Il sogno sembra realtà

Scritto da  Giulia Giacomelli Feb 01, 2024

Il Corriere della Sera ha lanciato una vera e propria bomba. Secondo loro infatti il sette volte campione del mondo britannico avrebbe trovato l’accordo con la Casa di Maranello per approdare in Rosso nel 2025. Molto spesso questa voce è saltata fuori, ma mai come ora il desiderio di molti potrebbe essere vero. Insieme proviamo a ricostruire i passaggi di quello che sarebbe “il colpo del secolo”.

Un Re in Rosso

Lewis Hamilton è sempre stato fedele alla Mercedes. La scuderia tedesca lo ha ingaggiato nel 2013 e gli ha dato la grandezza che tanto cercava. Eppure 11 anni e 6 mondiali dopo il pilota inglese sembra voler dare vita ad una nuova tappa nella sua carriera, quello che potrebbe consegnarlo alla leggenda definitivamente. Non fraintendiamoci Hamilton è già un mito del motorsport e della F1, ma terminare la sua carriera con il Cavallino, gli donerebbe uno status ancora più elevato. Lewis potrebbe chiudere così la sua carriera in un team iconico, per cui tutti vogliono correre (lui stesso lo aveva ammesso, ndr), togliendosi anche l’ultimo sassolino dalla scarpa, del non aver mai vestito quella tuta rossa.

Rinnovo Leclerc, perchè Sainz no?

Proprio perché è una voce che esiste da molto tempo, anche stavolta potrebbe essere il solito abbaglio, ma questo potrebbe essere invece il giro di valzer giusto. In Ferrari hanno da poco annunciato il rinnovo di Charles Leclerc, un prolungamento del contratto che scadeva a fine 2024, che lo lega ancora più profondamente alla Rossa e che ne fa definitivamente la punta di diamante scelta dalla Scuderia per tornare a vincere il tanto agognato titolo, che manca ormai dal 2007. La firma del pilota monegasco era solo formalità, in quanto a dicembre Fred Vasseur aveva affermato che i rinnovi dei due piloti stavano procedendo, con un piccolo rallentamento, ma che tale fosse dovuto solo ad una questione di priorità da sistemare. Leclerc confermato, ma Sainz? Tutti ci aspettavamo che dopo Charles arrivasse lo stesso annuncio anche per lo spagnolo, magari un rinnovo meno lungo, ma comunque che confermasse la line up, per dare continuità al progetto. Così non è stato.

Dopo l’annuncio per Leclerc tutte le testate, soprattutto spagnole, hanno riportato dubbi riguardo il prolungamento con Carlos. Dubbi che continuano a protrarsi e che oggi, con la notizia giunta dall’Inghilterra, diventano definitivi. Sainz Jr non avrebbe avuto motivo di non meritare il rinnovo. In questi anni è sempre stato affidabile e costante come performance e crescita, anche riuscendo più volte a stare davanti al compagno di squadra. La coppia della doppia C è solida e ha sempre mostrato una bella alchimia, quindi per sollevare domande sulla permanenza del madrileno, molto probabilmente all’orizzonte ci sono prospettive più appetibili.

La riunione Mercedes e gli sviluppi

Arriviamo quindi ad oggi. Una novità che arriva dal nulla, ma che differentemente dalle altre volte sembra essere più fondata per come si stanno sviluppando i fatti. L’emittente televisiva inglese di SKY Sports F1 dà l’accordo per fatto e così riprende anche il ramo italiano, con Carlo Vanzini che oltre a confermare ha annunciato che oggi alle 15 italiane ci sarà una riunione in cui Toto Wolff annuncerà all’intero Team Mercedes la scelta di Lewis. Ovviamente al momento non ci sono ufficialità, da nessuna parte, ma nemmeno plateali smentite.

Stando così le cose Hamilton arriverebbe a Maranello dopo questa stagione, con Sainz che potrebbe approdare in Mercedes, oppure ritrovarsi in Sauber insieme ad Andrea Seidl, uomo con cui ha lavorato in McLaren e che non ha mai nascosto la stima per il pilota #55. Così si riaprirebbero le porte Mercedes per Bottas, pilota di Toto. Ma per questi discorsi è ancora molto presto. Quello che è sicuro è che Ferrari e Mercedes correrebbero la stagione 2024 con due piloti separati in casa e con una freccia sola al loro arco. Il posto di Hamilton potrebbe andare anche alla stellina di casa Mercedes: Andrea Kimi Antonelli. Infatti il giovane pilota emiliano quest'anno farà il salto in F2, saltando la F3 e poi potrebbe fare un escalation ancora più ampia in F1 accanto ad un Russell ancora più esperto e che potrebbe essersi cucito il team addosso. 

Opportunità per tutti

La scelta di Hamilton, qualora si rivelasse vera, sarebbe la decisione di un pilota che al momento del ritiro chiuderebbe in bellezza, sentendosi completo. In un’intervista di qualche tempo fa aveva dichiarato che un possibile passaggio in Ferrari lo avrebbe stuzzicato e ora sembra volenteroso a fare il passo definitivo. Lewis salirebbe sulla Rossa a 40 anni da poco compiuti e porterebbe con sé oltre alle vittorie e ai titoli, tanta esperienza che a lungo termine sarebbe oro per la squadra di Maranello. Infatti non è da escludere che l’idea di Vasseur, che lo conosce dai tempi della GP2, sia quella di portarlo in Ferrari per costruire una base solida e dare un’impostazione precisa, che nei prossimi anni potrebbe far tornare la scuderia ad altissimi livelli. Con questa mossa il Team Principal francese potrebbe convincere anche alcuni tecnici scontenti a rimanere e potrebbe portare Leclerc a fare un ulteriore step di maturazione.

Vasseur con Hamilton ai tempi della GP2 con il Team ART - credits to formula1.com

Charles dal canto suo sarebbe pronto ad avere affianco un pilota del blasone di Hamilton? Il monegasco ha mostrato il talento e la velocità per vincere, ma a volte il suo carattere è apparso troppo remissivo per essere il cannibale pronto a tutto per vincere; aspetto che non mancava a Schumacher e che non manca né ad Hamilton e neppure al suo diretto rivale Max Verstappen. Alla fine il Campione ha una personalità famelica ben definita e a volte a Charles questo sembra essere mancato. Con Hamilton accanto potrebbe imparare dal migliore, ma potrebbe anche subirlo, perché con Lewis o sopravvivi o vieni mangiato. Chiedere a Bottas e Rosberg, che per toglierli il titolo nel 2016 ha esaurito ogni tipo di energia mentale e fisica.

Lewis in Rosso è un’opportunità per tutti. Dal punto di vista mediatico sia per il britannico che per Ferrari avrebbe una risonanza inimmaginabile. Per Hamilton in caso di vittoria dell’ottavo (e ultimo) titolo in Rosso, con sorpasso a Schumacher, ci sarebbe la gloria. Per Ferrari l’occasione di tornare in auge e progettare un futuro più solido come fece Mercede quando ingaggiò Schumacher; i risultati poi li conosciamo tutti. La storia si ripete e stavolta sembra il caso perché Lewis arriverebbe a Maranello un anno prima del cambio del regolamento tecnico del 2026, come fece in Mercedes nel 2013.

Hamilton riuscirà a conquistare i Tifosi Rossi?

L’inglese di Stevenage inoltre potrebbe conquistare quell’ultima parte di pubblico che lo ha visto come un nemico fino ad ora. Chissà che poi i ferrasti non lo inizino ad amare vedendolo vincere con i loro colori, anche chi fino ad oggi e anche poi non lo ha mai considerato un fenomeno. Stesso destino toccato ad Alonso e Vettel, prima di lui. Chissà anche se molti accetteranno il fatto che possa stare davanti al loro predestinato e che possa essere una spina nel fianco per Leclerc, perché diciamocelo che potrebbe succedere.

Ad ora si parla sempre con il condizionale e con i “se” o i “forse”, ma questa possibilità potrebbero essere quella giusta, sicuramente l’ultima possibilità di vedere Hamilton in Ferrari. Ora o mai più. Poi sarà la pista a parlare e le performance a dirci se sarà stata una scelta giusta o sbagliata. Intanto l’attesa che si è creata intorno alla notizia, ci fa dire che varrebbe la pena provare a dare vita ad una coppia da urlo.

Ultima modifica il Giovedì, 01 Febbraio 2024 15:54