La presentazione di Marcos Delia: "La Virtus è una grande opportunità, devo lavorare duro e farmi trovare pronto"

Scritto da  Ott 11, 2019

Si è svolta oggi, presso Casa Virtus Alfasigma, la presentazione alla stampa del nuovo acquisto bianconero Marcos Delia. Il centro argentino, arrivato a Bologna la settimana scorsa, dopo aver concluso il Mondiale di Cina conquistando la medaglia d’argento, ha disputato tre partite in Messico prima di accettare l’offerta della Virtus. Delia ha fatto il suo debutto con la maglia delle Vu nere lo scorso mercoledì, nella partita di EuroCup, vinta dalla Virtus contro gli israeliani del Rishon. Di seguito le sue prime parole in bianconero:

Sei argentino, hai avuto modo di parlare con Ginobili prima di venire alla Virtus?

“Si, l’ho incontrato alla fine del mondiale e mi ha detto di cogliere subito l’occasione e di venire a giocare in Europa, specialmente con la Virtus”.

Cosa ti ha chiesto Djordjevic quando sei arrivato?

“Abbiamo parlato quando sono arrivato qui. Era molto contento di avermi in squadra. Mi ha detto di adattarmi al gioco partita dopo partita”.

Cosa ti ha spinto a scegliere la Virtus e che obiettivi hai?

“Ho scelto la Virtus perché è un team vincente, con grosse ambizioni. E’ una grande opportunità per tutti, personalmente ora sono focalizzato ad entrare nei meccanismi della squadra”.

Perchè prima di venire qua hai scelto il Messico?

“Ho deciso di giocare in Messico perché non mi era ancora arrivata nessuna offerta dall’Europa. Ho preferito attendere e, per non rimanere fermo, sono andato li per rimanere in forma”.

Conoscevi già qualcuno qui in Italia? Hai parlato con il tuo connazionale Scola, approdato a Milano?

“Si, abbiamo parlato molto. Abbiamo giocato assieme in nazionale. Sono contento del suo arrivo a Milano, penso che questa sia una grande occasione per tutti e due. Dei nuovi compagni conoscevo solo i nomi, li ho visti giocare ma niente di più”.

A quale giocatore ti sei ispirato nella tua carriera?

“Mi sono ispirato molto a Scola. L’aver condiviso molte esperienze con lui mi ha aiutato, mi ha insegnato come comportarmi sia fuori che dentro al campo”.

Che impressione hai avuto del PalaDozza?

Mi è piaciuto molto, ho visto anche la partita contro Venezia, sono rimasto impressionato dal modo in cui i tifosi hanno supportato la squadra”.

Coach Djordjevic dovrà fare del turnover. Credi che ti manderà in campo questo fine settimana?

“Siamo dei professionisti, tutti vogliono giocare. Devo lavorare duro e farmi trovare pronto quando il coach mi darà l’occasione di giocare”.

Che impressioni hai avuto della squadra, avendola vista giocare?

“Ho visto subito che si tratta di una squadra ambiziosa dove tutti vogliono vincere. Un nostro punto di forza è la difesa ma anche in attacco siamo messi bene: abbiamo giocatori in grado di creare tiri aperti e questo è molto importante”.

Che interessi hai?

“Devo ancora girare bene la città, voglio scoprirle e conoscere la sua storia”.

E’ vero che ti ha cercato la Fortitudo prima di venire qua?

“Si, me lo ha detto il mio agente dopo però aver firmato con la Virtus. A me direttamente non era arrivato nulla di concreto”.

Ultima modifica il Venerdì, 11 Ottobre 2019 14:18
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.