Pecco Bagnaia in sella alla sua GP22 sul rettilineo di Sepang Pecco Bagnaia in sella alla sua GP22 sul rettilineo di Sepang MotoGP.com

La domenica dei motori - MotoGP Sepang

Scritto da  Ott 23, 2022

MotoGP della Malesia - Bagnaia è semplicemente perfetto ma Quartararo reagisce da grande campione e porta il mondiale a Valencia.

Ad undici anni dalla scomparsa di Marco Simoncelli, avvenuta proprio sul circuito di Sepang, Francesco “Pecco” Bagnaia ha la prima opportunità di chiudere definitivamente il mondiale 2022, ma non tutto dipenderà da lui. Infatti sarà importantissima la gara ed il risultato finale di Fabio Quartararo, chiamato ad una rimonta titanica.

Parte a bomba Pecco Bagnaia, scattato dalla nona casella in griglia il pilota Ducati riesce ad infilarsi in un comodo corridoio e grazie ad una grande progressione seguita da una magnifica staccata il torinese riesce ad uscire da curva 1 in seconda posizione, davanti ad Enea Bastianini e alle spalle di Jorge Martin. A fionda anche la partenza di Quartararo, il pilota Yamaha è riuscito a scattare bene allo spegnimento dei semafori accodandosi a Marc Marquez in quinta posizione. Primo incredibile colpo di scena al settimo giro: Martin, che stava conducendo la gara ed imponendo a questa un ritmo indiavolato, finisce in ghiaia a curva 5. Lo spagnolo ha fatto tutto da solo, era riuscito a mettere oltre un secondo fra sé e Bagnaia, ma poi è incappato nell’errore rovinando così la sua gara. Nel frattempo El Diablo coglie l’attimo, approfitta della prematura uscita di scena di Martin per passare Marquez e mettersi al sicuro in terza posizione all’inseguimento delle due Ducati in testa al gruppo. Rompe gli indugi Enea Bastianini, la Bestia fa la sua mossa e con una staccata furibonda infila Pecco in curva 4. Il numero 63 però non si lascia distrarre dal sorpasso del rivale e futuro compagno di squadra, Pecco infatti regge il ritmo di Enea e decide di amministrare restando tranquillo nella sua scia.

Risale velocissimo Marco Bezzecchi, il Bez rischia di giocare il ruolo di ago della bilancia per le sorti del mondiale in questa fase di gara. Il pilota VR|46 infatti è negli scarichi della M1 di Quartararo e se dovesse riuscire a mettergli le ruote davanti darà la possibilità a Pecco Bagnaia di chiudere qui il campionato. Coraggiosa e precisa intanto la risposta di Bagnaia a Bastianini. Pecco affianca Enea sul lungo rettilineo che porta alla curva 15 e tira una staccata da lacrime agli occhi, andandosi così a riprendere la testa della corsa. A sei giri dalla bandiera a scacchi il difensore del titolo mondiale, Fabio Quartararo, non è neanche lontanamente intenzionato a mollare, il transalpino reagisce da grande campione e, nonostante un dito medio fratturato, alza il ritmo riuscendo così a mettere fra sé e Bezzecchi dei decimi importanti in ottica mondiale. Davanti a tutti Pecco ha ormai impostato il suo ritmo, grazie ad una trazione migliore in uscita di curva rispetto a Bastianini, Bagnaia è ormai lanciato verso una vittoria sensazionale. Settimo successo stagionale per Francesco Bagnaia, gara tutta all’attacco da parte del Ducatista! Semplicemente magnifico il modo in cui Pecco ha saputo gestire questa gara, non ha mai esitato, è stato coraggioso e maturo attaccando dall’inizio alla fine, ma ha anche saputo gestirsi nei momenti più importanti andando a prendersi di forza una vittoria che mette fra lui e Fabio Quartararo ben 23 punti. Fa secondo e scorta il suo futuro compagno di squadra al traguardo Enea Bastianini, il riminese ci ha provato ma alla fine non aveva più trazione e non riusciva a portare velocità in curva come Bagnaia. Enea ha però confermato che dall’anno prossimo sarà, a tutti gli effetti, un contendente al titolo. Salva il salvabile Fabio Quartararo, El Diablo non poteva fare di più così e nonostante la frattura al dito rimediata ieri ha tenuto botta sin dalla partenza riuscendo a sopravvivere in mezzo a tante Ducati che, come ormai è noto, sono il suo incubo peggiore. Chiude undicesimo Aleix Espargaro, il pilota Aprilia è ormai fuori dalla lotta mondiale e vede la sua terza posizione mondiale fortemente insidiata da Bastianini, che è ormai a -1 dal podio iridato. Festa mondiale rinviata dunque al 6 novembre in quel di Valencia, tutto può ancora succedere, la tensione sarà alle stelle e la gara promette dura lotta tra i due contendenti al titolo. A tutti coloro che criticano la spettacolarità della MotoGP dico: se non vi basta questo di spettacolo allora siete voi il problema!

Questa la top 10 del GP della Malesia: 1 Bagnaia, 2 Bastianini, 3 Quartararo, 4 Bezzecchi, 5 Rins, 6 Miller, 7 Marquez, 8 Binder, 9 Zarco, 10 Morbidelli. 

Ultima modifica il Domenica, 23 Ottobre 2022 11:44