CF Montreal - Atlanta segna nel recupero e vince

Scritto da  Mag 16, 2021

Sesto incontro della stagione per il Montreal di Joey Saputo. L’avversario questa volta è l’Atlanta United. La squadra della Georgia, ha nell’attaccante venezuelano, ex-Torino, Josef Martinez, il proprio giocatore principe. Coach Nancy fa qualche cambio rispetto alla formazione che mercoledì aveva battuto l’Inter Miami, pur confermando il modulo, l’ormai classico 3-4-1-2.

In porta, dopo la parentesi Pantemis, torna Diop. I tre interpreti della difesa vengono confermati, ed ecco così che a difesa di Diop giocano, Miller, Camacho e Struna. In mediana, dopo 3 giornate, torna la coppia di titolari, Wanyama e Piette. Sulle fasce, a destra ancora out Brault-Guillard, gioca il classe ‘99 Mathieu Choinière, a sinistra confermatissimo, dopo l’ottimo rientro contro Miami, Lassi Lappalainen. In attacco confermati i 3 dell’ultimo match: sulla trequarti gioca Mihailovic, terminali offensivi Quioto e Johnsen. 

Nel gigantesco e futuristico Mercedes-Benz Stadium di Atlanta, è Montreal a battere il calcio d’inizio. La prima occasione è però per i padroni di casa, cross dalla trequarti, corsa di Erik Lopez dentro l’area e colpo di testa. Diop che si era spostato per coprire una eventuale sponda al centro, con qualche sforzo, riesce a deviare in corner. Atlanta attacco a pieno organico e ha una doppia chance, prima di testa con Martinez, poi con Moreno. Entrambi i tentativi sono però alti. La prima occasione per Montreal è da punizione, la conclusione di Mihailovic però non scende in tempo e finisce sul fondo. La partita è molto nervosa, molti interventi ruvidi e, di conseguenza, i gialli fioccano. Per i canadesi vengono ammoniti Camacho e Wanyama. Montreal ci prova ancora con un calcio di punizione, questa volta Mihailovic crossa al centro per Johnsen che però colpisce con la spalla. 

Il primo tempo finisce così molto chance, soprattutto per Atlanta, ma nessuna è concretizzata. Il secondo tempo riprende con una percussione centrale del centrale difensivo Kamal Miller. Giunto al limite dell’area tenta la conclusione scheggiando la traversa. Al 58’ occasionissima per Atlanta, Hyndman riceve palla ai 30 metri si coordina e conclude. Diop resta immobile ma il pallone finisce d'un soffio a lato. Pochi minuti dopo l’ex Carpi e Palermo Struna prova a prendere l’iniziativa, batte una punizione a centrocampo velocemente, si butta in profondità, riceve il pallone e crossa al centro per Johnsen, che però non riesce a indirizzare bene la sua conclusione. E’ l’ultima chance per il norvegese che esce per far spazio ad Hamdi. L’egiziano ci prova subito, lotta in area di rigore, recupera un pallone vagante e conclude sul primo palo. Il portiere avversario è attento e blocca. La pressione dei padroni di casa aumenta e negli ultimi occasioni le occasioni sono molteplici. La difesa di Montreal riesce a bloccarle tutte, fino al 94’, all’ultimo minuto di recupero. Mulraney crossa dalla fascia, Marcelino Moreno, completamente solo, colpisce di testa e segna il gol dell’1-0. E’ l’ultima azione della partita. Montreal perde e viene raggiunta in classifica da Atlanta. 

Montreal ci prova ma soffre la costante spinta offensiva degli avversari. 70 minuti di gioco per Lappalainen che però è costretto a giocare molto difensivamente, e non riesce a trovare spazio per le incursioni in attacco. La prossima partita sarà sabato prossimo contro Cincinnati


Nicolò Leva

Appassionato di sport, dal calcio al football americano, dal tennis ai motori. Da buon laureato in economia cerco e racconto i numeri che si nascondono dietro ogni avvenimento.