×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 48

LOCATELLI: per Diamanti a Bologna non so....-8 marzo-

Scritto da  Mar 08, 2013

Aneddoto rossoblù che sa di antico quello che Tomas “Osso” Locatelli, oggi responsabile delle squadre giovanili ad Arezzo, ha raccontato nel corso della puntata speciale di “Nando Sport” su Radio International Bologna. Un episodio della stagione 2004/2005 che sfortunatamente culminò con la retrocessione del Bologna. Nella immediata vigilia della sfida di San Siro tra Milan e Bologna, vinta dai rossoblù per 1-0 proprio grazie a una rete di Locatelli, il fantasista fu avvicinato da alcuni emissari del Galatasaray: “Mi proposero un contratto da 1 milione e 700mila euro a stagione per i successivi quattro anni e a quel punto la settimana dopo la vittoria di San Siro andai da Gazzoni a riferirlo. A quel punto della stagione il Bologna era tranquillo in classifica, se ne stava in una posizione che mai avrebbe potuto far presagire gli eventi successivi. Gazzoni mi rassicurò e io decisi di dire no ai turchi. Poi però, caduti in serie B, il presidente mi disse che non avrebbe potuto proporre un contratto all’altezza e a quel punto andai via. Peccato che tutto sia finito in questo modo“. Arrivato a Bologna grazie a Guidolin che lo aveva avuto a Udine, Locatelli racconta il suo rapporto con i tecnici avuti in rossoblù: “A Bologna gli allenatori che ho avuto sono stati Guidolin, poi Mazzone con cui ho avuto qualche problemino. Il rapporto con la città? Qui non ci si può trovare male: è una città che ti dà molto ma che esige anche tanto“. Domenica il Bologna affronta l’Inter: “I ragazzi devono entrare con la stessa mentalità messa in campo nelle ultime partite: se così sarà, l’Inter farà molta fatica“. “Osso” parla anche del futuro di Alino Diamanti: “E’ normale che qualche pensiero ce l’abbia: lui vorrebbe rimanere ma se si presenta qualche offerta importante…“.

 
Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 23:25