×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 50

Yassine Benzia, la nuova fiamma rossoblù: carriera e scheda tecnica

Scritto da  Ago 20, 2015

Il nome nuovo in casa Bologna è quello di Yassine Benzia, giovane e talentuoso attaccante francese con passaporto algerino di proprietà del Lione. Il calciatore classe '94 è in scadenza di contratto e a giugno 2016 potrebbe lasciare a zero il club francese; proprio per questo motivo i dirigenti del Lione stanno trattando con Corvino la cessione a titolo definitivo in Emilia, per cercare di ricavare qualcosina in termini economici.

CARRIERA: Benzia è senza dubbio un gran bel talento, ancora un po' acerbo, ma che con la giusta fiducia della piazza e messo in condizioni di esprimersi al massimo del suo potenziale, potrebbe essere un acquisto in prospettiva ottimo. Finora per lui in carriera c'è stato solamente il Lione, con cui ha debuttato in Ligue 1 nell'ultima giornata della stagione 2011-2012 entrando a tre minuti dalla fine. Da quel momento in poi, ha collezionato un totale di 46 presenze (la maggior parte da subentrante) con il club transalpino mettendo a segno cinque reti. Bottino magro per un attaccante questo è vero, ma la presenza di Lacazette soprattutto nelle ultime due stagioni, era diventata troppo ingombrante per lui. Ora è pronto per una nuova avventura, dove vorrebbe sentirsi importante e ricambiare la fiducia con tanti gol, perchè sicuramente è uno che sa come farli. In nazionale ha fatto tutta la trafila, arrivando a collezionare quattro presenze in under 21 realizzando anche due reti; per la nazionale maggiore bisognerà attendere ancora qualche anno.

SCHEDA TECNICA: Seconda punta dotata di buon dribbling e di grande velocità, è bravo con entrambi i piedi anche se quello preferito è il destro. In accelerazione può essere devastante, di conseguenza si esprime meglio negli spazi aperti, ma essendo molto bravo anche tecnicamente, negli spazi più angusti sa come cavarsela. È molto freddo davanti alla porta e i tre anni alle spalle di Lacazette lo hanno formato ancora di più da quel punto di vista. Forse pecca ancora un po' a livello di personalità, ma a 20 anni è comprensibile: il suo arrivo in Italia dovrà servire per il classico processo di maturazione, quello che per intenderci ha visto esplodere pian piano Paulo Dybala.

Bologna attende il partner di Destro, Benzia scalda i motori...

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 19:41