Seguici su

Altri Sport

Pallanuoto – Campionato di serie A1 femminile, il punto alla fine del girone d’andata

Pubblicato

il

Foto di Andrea Staccioli, Giorgio Scala e Andrea Masini / DBM Deepbluemedia

Si è arrivati al giro di boa della serie A1 femminile, che con la nona giornata, disputatasi sabato 22 novembre, ha visto tutte e 10 le squadre iscritte al campionato di serie A1 femminile scontrarsi almeno una volta. Una classifica particolarmente lunga, dato che la differenza di punteggio tra la prima (Ekipe Orizzonte Catania) e l’ultima (US Locatelli Genova) è di 24 punti, divario dato ovviamente dalle differenze di valori che intercorrono tra le squadre che occupano la vetta ed il fondo evidenziano come gli obiettivi delle varie formazioni siano profondamente diversi.

Le prime 5: Catania, Trieste, Rapallo, Padova, ma attenti alla Sis

Sono sostanzialmente 4 le squadre che si contenderanno lo scudetto: l’Ekipe Orizzonte Catania guarda tutti dall’alto, forte dell’attacco migliore del campionato (152 reti segnate) e della miglior difesa (54 reti subite), ma le etnee devono guardarsi bene le spalle, dato che Trieste e Rapallo si trovano subito dietro le isolane a quota 21 punti. Le alabardate hanno infatti sfatato il tabù della Piscina Nesima di Catania, battendo in casa la squadra di Martina Miceli 5-7 dopo una prestazione da urlo. Anche Rapallo sta disputando un signor campionato, dato che nell’ultima giornata ha letteralmente fatto impazzire la difesa della Sis Roma imponendosi in casa propria per 16-13: l’intramontabile Roberta Bianconi, pilastro nel Setterosa, ha segnato 9 gol alle capitoline, portandosi così in cima alla classifica dei marcatori a quota 37 gol. Prima parte del campionato sottotono per le vicecampionesse d’Italia, ferme al quinto posto con 18 punti e con 3 sconfitte all’attivo (Orizzonte, Padova e Rapallo): la squadra di Marco Capanna, nonostante sia stata ampiamente ridimensionata in estate, cerca da anni di realizzare l’impresa scudetto. Sopra le righe la prima metà di stagione del Plebiscito Padova: la pluriscudettata compagine di Stefano Posterivo, nonostante i tanti addii di peso arrivati tra luglio ed agosto, è riuscita a mantenere alto il livello delle proprie prestazioni, riuscendo a rimanere aggrappata alle prime posizioni facendo leva sul trio di veterane Millo-Queirolo-Teani e sul proprio nutrito gruppo di giovani rampanti.

Le ultime 5: la Brizz vola, Locatelli ancora a quota 0 vittorie

Dalla bagarre che affolla la metà bassa della classifica si staglia la Brizz Nuoto Acireale, che dopo la salvezza raggiunta in gara 3 playoff lo scorso anno contro la Rari Nantes Florentia è riuscita a trovare il giusto equilibrio in squadra (anche grazie a qualche arrivo di alto livello grazie al mercato estivo), riuscendo a tenere testa alle big come Trieste e Padova e cogliendo alcune vittorie dal peso specifico elevato come contro Bogliasco e Cosenza. La coppia ligure e calabrese si trova appaiata a quota 7 punti: la squadra di Mario Sinatra, come sempre dall’età media bassissima ma esperta e competitiva, sta faticando più del previsto in questo campionato, ma le bogliaschine, nei tanti anni di serie A disputati, hanno sempre mostrato di avere il carattere giusto per qualche colpaccio anche contro squadre di primo pelo. Discorso diverso per il Cosenza Pallanuoto, che da neopromossa sta facendo gli straordinari per provare a portare a casa una salvezza diretta: la vittoria contro il Como Nuoto è stato ossigeno puro per la compagine di Fasanella, composta prevalentemente da ragazze nate e cresciute nella società calabrese che già lo scorso anno si erano superate con la promozione in serie A. Navigano in acque ben più torbide e profonde Como Nuoto e US Locatelli: le comasche hanno raccolto gli unici punti del proprio campionato proprio contro le genovesi, ancora a secco di vittorie in questa stagione. È da dire che le liguri hanno un’età media bassissima ed una delle giovanissime trascinatrici della squadra è il baby prodigio quattordicenne Minuto, che sta guidando la fase offensiva delle biancorosse (nonostante si tratti del peggior attacco del campionato con 67 gol). Il Como Nuoto, dopo un’estate caratterizzata dalle abdicazioni di elementi cardine dell’ossatura della prima squadra, si trova a quota 3 punti, forte dello scontro diretto contro la Locatelli e in attesa di disputare alcuni match delicati tra le mura amiche dopo le sconfitte interne con Bogliasco e Brizz Acireale.

Coppa Italia

La chiusura del girone d’andata è andata anche a definire le 6 partecipanti alla Final Six di Coppa Italia, che non ha visto le squadre contendersi canonicamente la qualificazione nella preseason ma meritarsi un posto in Coppa solo attraverso la classifica della regular season. Le squadre che si sono ritagliate un posto alla Final Six di Ostia sono Catania, Trieste, Padova, Rapallo, Brizz Acireale e Roma. Le siciliane di Miceli e le padovane di Posterivo aspetteranno, già comode in semifinale in quanto prima e seconda della classifica, di scoprire le proprie avversarie: la vincente di Rapallo-Sis Roma si scontrerà con le isolane, mentre chi uscirà vittorioso dal match tra Pallanuoto Trieste e Brizz Acireale incontrerà le venete. Appuntamento da non perdere, dunque, quello dal 5 al 7 aprile presso il Polo Natatorio di Ostia.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv