Seguici su

Altri Sport

WSBK, Rinaldi vicino alla riconferma in Ducati Aruba. E Petrucci?

Pubblicato

il

Aruba.it Racing - Ducati


Dopo mesi di voci, speculazioni e smentite, sembra ormai questione di ore l’ufficializzazione della line up 2023 del team Aruba.it Racing – Ducati. Michael Ruben Rinaldi, salvo ribaltoni dell’ultima ora, correrà anche nella stagione prossima per la struttura ufficiale del marchio di Borgo Panigale, al fianco di Alvaro Bautista.

Il riminese classe 1995, vincitore nel 2017 del titolo europeo SuperStock 1000 sempre con Ducati, è approdato nell’anno successivo nel mondiale Superbike, compiendo un graduale percorso che lo ha portato nel 2020 alla prima vittoria nella categoria con una Ducati Panigale del team Go Eleven, per poi vestire i colori Aruba-Ducati dal 2021. In questa stagione Rinaldi è ancora a secco di vittorie, ma ha conquistato due terzi posti a Misano e un secondo posto in gara 2 a Magny Cours settimana scorsa. È inutile negarlo, è il primo degli umani, considerando che i tre là davanti, vale a dire Bautista, Toprak Ratzgatlioglu e Jonathan Rea, fanno un altro sport. Dati alla mano, è uno dei migliori del lotto. E pace per chi, per l’anno prossimo, avrebbe voluto vedere un cambio nella seconda guida Ducati. Axel Bassani, ducatista del Motocorsa Racing, è lì che spinge dall’alto del suo sesto posto in graduatoria, primo dei non ufficiali, ma dovrà continuare a mostrare di che pasta è fatto anche nel 2023, difendendo gli stessi colori.

E Danilo Petrucci? Il ternano era in predicato di sostituire Rinaldi sulla Panigale ufficiale ma, al momento, non è ancora tempo per lui di approdare nel mondiale dedicato alle derivate di serie. Il Petrux si sta giocando il titolo del MotoAmerica, il campionato Superbike americano, in sella alla sua Ducati a stelle e strisce contro Jake Gagne, capoclassifica su Yamaha. Tra i due ci sono solo 4 punti di distacco prima dell’ultimo appuntamento che si disputerà il 24 e 25 settembre al Barber Motorsport Park di Birmingham, in Alabama. A questo punto, Petrucci può scegliere se continuare oltreoceano anche nel 2023, per confermarsi campione o per provarci di nuovo, o se riposarsi e allenarsi per tornare a disputare la Dakar nel 2024, nel tentativo di scrivere di nuovo la storia.

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *