Seguici su

Basket

I canestri decisivi dei giocatori della Virtus – ottava puntata: Achille Canna

Pubblicato

il

Foto Virtuspedia

 

 

In Virtus una bandiera. Achille Canna ha fatto il giocatore, il capitano, il vice allenatore, il dirigente, ma ha segnato anche canestri decisivi. Eccoli:

 

 

  • Nel 1954-55 Nel derby ritorno col Gira la Virtus a pochi secondi dalla fine sul 54-52 per il Gira, Tracuzzi ruba palla a Lucev, serve Canna (10,01) che pareggia. Così la Virtus mantiene un punto di vantaggio in classifica che conserverà fino al titolo.
  • Nel 1957-58, in precampionato in agosto alla Coppa Cesare Lo Forte a Messina contro lo Spartak Sokolovo Praga, nella terza gara segna a 30″ dalla fine il canestro del meno sei, così Virtus, Praga e AZS Varsavia terminano tutte con due vittorie, ma in questo ordine per la differenza canestri nei confronti diretti, rispettivamente +8, +4, e -12.
  • Nel 1961, al torneo per i 90 anni della SEF Virtus, in finale contro Cantù, segna il canestro del 51-51 che porta le squadre al primo supplementare, poi un libero su due per il 60 pari che costringe le contendenti al secondo overtime, dove poi la Virtus vince 73-69.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *