Seguici su

Basket

Latina bestia nera, Cento cade ancora contro i pontini 84-81

Terza sconfitta di Cento con Latina, nuovamente vincente sui biancorossi per 84-81. Mercoledì l’occasione di ripartire contro Agrigento.

Pubblicato

il

Federico Mussini
© Marika Torcivia

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA – SELLA CENTO 8481 (25-15; 46-41; 64-59; 73-73)

Le statistiche della partita

QUINTETTI INIZIALI

Benacquista Assicurazioni Latina: Parrillo, Amo, Alipiev, Moretti, Parrillo. 

Sella Cento: Palumbo, Mussini, Toscano, Archie, Bruttini.

La cronaca di Latina-Cento

Primo match point salvezza per la Sella Cento, impegnata quest’oggi contro la bestia nera di questa stagione: Latina. La sfida in casa dei pontini, oltre a rappresentare uno scoglio non indifferente visti i due precedenti stagionali, potrebbe, in caso di vittoria biancorossa e contestuale sconfitta di Chiusi, certificare già la permanenza in A2. I ragazzi di coach Sacco, già aritmeticamente retrocessi, giocheranno liberi da qualunque tipo di pressione, tentando di regalare un ulteriore dispiacere agli ospiti. Gli uomini di Mecacci, invece, ancora orfani di Mitchell cercheranno i due punti a tutti i costi, per chiudere una volta per tutte il discorso salvezza.

Primo quarto

Senza più nulla da pretendere da questa stagione, parte a razzo la formazione di casa, aprendo subito lo strappo. Nonostante a sbloccare il tabellone luminoso sia la Sella, i padroni di casa assestano un parziale mortifero di 10-2 con Cicchetti e Parrillo. Annusa la fuga la squadra di Sacco, a tarparne le ali sono prima Palumbo e poi Toscano dall’arco. L’assalto all’arma bianca di Cento non spezza le velleità casalinghe, riprese a pieno ritmo da Amo e Cicchetti per il +10 a 2:17 dalla fine del quarto. Nemmeno il timeout di coach Mecacci argina lo straripante attacco pontino, arrivato anche a toccare il +14 prima della “doppietta” di Ladurner per il 25-15 al 10’.

Secondo quarto

Sotto di dieci lunghezze, la Sella cambia ed inserisce Delfino e Moreno, che ripagano immediatamente la fiducia con cinque punti. I centri del duo biancorosso non scalfiscono però la corazza pontina, rinsaldata ulteriormente da Cicchetti e Borra. Il lungo di casa è un vero e proprio rebus per la difesa e, con i suoi sei punti consecutivi, costringe Mecacci a fermare il gioco. Gli adattamenti tattici del coach ospite funzione e, con Palumbo, Mussini e Delfino, Cento accorcia fino al -5. A soli due possessi, sugli “schiaffi” di Parrillo e Cicchetti si arrestano i biancorossi, rigettati in fondo al crepaccio. Costretta a risalire dal baratro, Cento si affida ad uno dei suoi pilastri Mattia Palumbo che dall’arco colpisce, mandando in archivio il secondo periodo sul 46-41.

Terzo quarto

Ricucito lo strappo, la Sella rientra in campo dalla pausa lunga decisa a dare battaglia senza risparmiarsi. Moretti e Cicchetti si travestono da pompieri per spegnere l’entusiasmo degli ospiti, ma Delfino e Mussini combinano, portando i loro a solo un possesso di distacco. La situazione innervosisce la Benacquista ed a pagarne le conseguenze è Parrillo, espulso dal campo per doppio fallo tecnico. Momento di difficoltà per i padroni di casa, a togliere le castagne dal fuoco ci pensano Alipiev ed Amo, i cui otto punti permettono a Latina di respirare. Il botta e risposta è incessante ma, nonostante i continui assalti, Toscano e compagni non riescono ad impattare il match e Borra firma dal pitturato il +5 al 30’.

Quarto quarto

A stretto contatto, in avvio di ultima ripresa è di Toscano il canestro inaugurale, utile ad accorciare ulteriormente il gap dagli avversari. Tiro da tre del quale però abusano i biancorossi, fallendo ripetutamente e scoprendo il fianco alle stoccate dei padroni di casa con Borra, Alipiev e Cicchetti. Tutto da rifare per la Sella, che affida le proprie speranze a Mussini e riceve in cambio un’importantissima tripla. Ed è proprio il play reggiano a salire in cattedra nel finale, mettendo a segno due tiri dall’arco pesantissimi che valgono, a meno di un minuto dalla fine, il pareggio. Sfida in perfetto equilibrio, Delfino cerca di assestare una spallata decisiva ai pontini che, dopo un doppio timeout, colgono un fondamentale canestro di Borra e conquistano i supplementari.

Overtime

Squadre sfinite, complice il grande caldo, ad esordire nel supplementare ci pensa un ispirato Amo. Più quadrata, la Sella incide un parziale che suona come un gancio al volto dei pontini, con il trio Mussini-Bruttini-Delfino. Ribaltata completamente l’inerzia dell’incontro, gli ospiti si adagiano sugli allori e la Benacquista ringrazia, mandando a canestro prima Borra ed Alipiev e, successivamente, Cicchetti dall’arco. Pochi secondi rimasti sul cronometro, i biancorossi gettano alle ortiche il possesso decisivo per rientrare nel match e, sul ribaltamento di fronte, Moretti dalla lunetta chiude l’incontro.

Finisce così al Palazzetto dello Sport di Ferentino: Latina batte Cento 84-81.

Scivolata anche sotto di sedici punti, la Sella con pazienza rimane agganciata alla sfida e ricuce lo svantaggio, trovando anche il vantaggio nel finale. Nonostante ciò, i pontini beffano gli emiliani con un parziale di 7-0 all’overtime, conquistando la vittoria. Sprecona e troppo morbida per larga parte del match, Cento cede due punti fondamentali per cementare la salvezza. Fattori della vittoria per la Benacquista Alipiev e Cicchetti, autori di due prestazioni maiuscole (16 punti, 9 rimbalzi e 12 assist il primo, 25 punti ed 8 rimbalzi il secondo). Recrimina e parecchio la formazione di coach Mecacci, rea di aver ceduto il passo ancora una volta alla voce rimbalzi (46-42) ed intestarditasi troppo con il tiro da tre punti nell’ultimo quarto, fallito reiteratamente da Archie, senza dubbio il peggiore dei suoi.

Il prossimo appuntamento per la Sella sarà mercoledì 29 maggio alle 20:30 alla Baltur Arena, ospite di serata la Moncada Energy Agrigento per il settimo turno della fase salvezza.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *