Seguici su

Basket

Mecacci: “Dovremo essere attenti e scommettere su alcune situazioni. Sarà una partita tosta”

Pubblicato

il


Vigilia di campionato per la Sella Cento di coach Matteo Mecacci, impegnata domani sera nell’impegnativa trasferta contro Udine. La gara in esterna che affronteranno i biancorossi è stata presa in esame dall’allenatore toscano che, a poco più di ventiquattrore dall’impegno contro i friulani, l’ha analizzata con queste parole:

 

“Udine è una squadra completa, ha tante frecce al proprio arco ed è costruita in modo molto intelligente per poter giocare quel tipo di pallacanestro. Hanno lunghi dinamici che possono aprire il campo come Gaspardo ed eccellenti passatori come Da Ros e Delia, questo permette loro di costruire tiri ad alta percentuale che, visto il talento negli esterni, molto spesso entrano. Si tratta di una squadra ben bilanciata, che fa dell’intensità una delle proprie caratteristiche più importanti e che può variare i quintetti, ad esempio spostando Ikangi da quattro o giocando con Monaldi e Caroti insieme, rendendosi pericolosi in tante situazioni. Noi dovremo cercare di fare una partita attenta, sulle collaborazioni probabilmente saremo in ritardo però dovremo cercare di esserlo il meno possibile, provando a scommettere su alcune situazioni di gioco. È una partita molto tosta ma, secondo me, giocare contro questo tipo di squadre è sempre divertente e servirà anche a testare il nostro stato di forma, visto che stiamo continuando ad inserire alcuni giocatori che in questo momento non sono al 100%.

In settimana ci si concentra sul miglioramento di diversi aspetti: in questo momento la condizione di forma della squadra è disomogenea, Carlos Delfino e Wendell Mitchell avranno bisogno ancora di qualche settimana. Anche se si è allenato con noi, Carlos ha giocato l’ultima partita in estate con la sua Nazionale, quindi dovremo aspettarlo perché non possiamo permetterci di provocare dei sovraccarichi, mentre Wendell è rientrato contro Chiusi dall’infortunio e anche se la partita con Udine gli servirà per mettere benzina nelle gambe a livello di ritmo partita, il suo minutaggio è ancora da monitorare. Gli altri acciaccati hanno avuto modo di recuperare un po’ di più in settimana, adesso bisogna nuovamente cambiare pelle e provare a giocare una pallacanestro più omogenea, sapendo che è sempre meglio avere un giocatore in più che uno in meno.

Nelle ultime sedici partite della stagione dovremo avere un po’ più di continuità; in questo momento il nostro record, anche se non è fantastico, ci permette di avere quattro punti di vantaggio sulla nona. Non si possono fare tabelle di marcia: nelle prime sedici noi ne abbiamo vinte sei e perse dieci e un record uguale nelle prossime sedici può essere o meno sufficiente per mantenere l’ottavo posto. Sicuramente se riusciremo a vincerne più di sei le nostre chance di arrivare nelle prime otto miglioreranno sensibilmente, in questo saranno importantissimi gli scontri diretti, a partire dalla prossima partita casalinga con Rimini”.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv