Seguici su

Basket

San Giovanni Valdarno resiste un quarto, poi la Virtus dilaga: al Paladozza finisce 96-61

Pubblicato

il

Virtus Segafredo Bologna


VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – BRUSCHI GALLI SAN GIOVANNI VALDARNO 96 – 61 (23-16; 49-25; 79-41)

Virtus Segafredo Bologna: Del Pero 23, Roccato, Pasa 10, Barberis ne, Dojkic ne, Andre’ ne, Zandalasini 11, Orsili 6, Parker 23, Laksa 13, Cinili 10. All. Giampiero Ticchi.

Bruschi Galli San Giovanni Valdarno: Varga 2, Trasi 19, Schwienbacher 2, Tassinari 7, Milani, Missanelli 4, Bove, Garrick 17, Whitted 10, Atanasovska. All. Alberto Matassini.

Arbitri: Moretti, Morassutti, Del Gaudio.

 

Tiri liberi: BO 9/15 (60%); SG 3/6 (50%).

Rimbalzi: BO 38; SG 32.

Falli: BO 8; SG 18.

Tiri da 2: BO 24/34 (70%); SG 20/49 (40%).

Tiri da 3: BO 13/31 (41%); SG 6/18 (33%).

 

QUINTETTI INIZIALI

 

Virtus Segafredo Bologna: Pasa, Laksa, Zandalasini, Cinili, Parker.

Bruschi Galli San Giovanni Valdarno: Missanelli, Tassinari, Garrick, Whitted, Trasi.

 

Si concedono “la doppia” le bianconere di coach Ticchi, ospitando dopo San Martino di Lupari mercoledì sera, San Giovanni Valdarno oggi alle 15. Il sunday match non solo chiude il trittico di sfide di stagione regolare della Virtus, ma vede anche il ritorno sotto le due Torri di una giocatrice che ha contribuito a costruirne le fortune: Elisabetta Tassinari.

Pronti, partenza, via ed è subito doccia fredda per le toscane, scivolate a nove lunghezze di svantaggio sotto i colpi dall’arco di Cinili e Laksa. Valdarno è viva e lo dimostrano i canestri di Trasi prima e di Tassinari poi, con Whitted a supportarle nel ricucire lo strappo. Gli sforzi delle biancorosse trovano riscontro sul parquet, nonostante i quattro punti di Cinili e la “bomba” di Del Pero: il timeout di Matassini a metà parziale mette sui giusti binari la Bruschi Galli che, con dieci punti del duo Garrick-Trasi, chiude i primi 10’ sul 23-16.

Partita viva nel primo quarto, che crolla alla ripresa sotto il punto di vista realizzativo per le ospiti. Tassinari sblocca il tabellone luminoso, imitata successivamente da  Whitted, uniche due realizzazioni esterne in oltre sei minuti di gioco. Alza la voce Bologna, centrando in più occasioni il bersaglio grosso con Del Pero e Zandalasini, autrice quest’ultima della tripla che regala il massimo vantaggio alle padrone di casa (41-20 a 3:48). Affondano le ragazze di Matassini sotto i colpi di Cinili e compagne, raccogliendo solo le briciole con i centri di Trasi, Tassinari e Missanelli. Dall’altro lato della barricata, le Vu Nere erigono muraglie con i mattoncini di Del Pero e Laksa, quest’ultima mortifera con un gioco da quattro nel finale di quarto, che sigilla il punteggio sul 49-25 al 20’.

La pausa lunga non porta consiglio a Schwienbacher e compagne, sepolte sotto una pioggia di canestri dalle emiliane. Bologna ritorna sul parquet con gli occhi della tigre e affonda un parziale di 16-0 nell’incontro, che fa sprofondare Valdarno a -40. Black out totale per le ospiti, a far scoccare una scintilla ci pensa Trasi con una tripla, ripetendosi poco più tardi e collezionando così sette punti in dieci minuti. Nonostante il grande divario, non accenna a diminuire la pressione bolognese: Parker fa la voce grossa nel pitturato, Del Pero è letale dall’arco e porta la Virtus sul +42. Ma, a dire l’ultima, è la Bruschi Galli: a chiudere il terzo periodo ci pensano Garrick e Schwienbacher, scrivendo il 79-41 alla penultima curva dell’incontro.

Gli ultimi 10’ sono pura formalità per la Virtus: la Bruschi Galli preme per accorciare, le padrone di casa controllano il largo vantaggio acquisito e concedono l’esordio anche alla giovanissima Sofia Roccato, chiudendo la contesa con i canestri di Pasa e Del Pero.

Finisce così al Paladozza: Bologna batte San Giovanni Valdarno 96-61.

Dieci minuti, tanto dura il fortino eretto da Matassini, scioltosi come neve al sole sotto i colpi della Segafredo. A nulla sono valsi i 17 punti di Garrick ed i 19 di Trasi (migliore fra le sue), vanificati da una prestazione maiuscola del duo Parker-Del Pero, entrambe autrici di 23 punti complessivi.

Il prossimo incontro delle bianconere le vedrà impegnate domenica prossima alle 18 sotto i riflettori del Palaromare, ospiti della campionesse d’Italia del Famila Wuber Schio, in palio una prima fetta di scudetto.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *