Seguici su

Bologna

Al via la nuova era di Italiano: oggi il raduno a Casteldebole

A Casteldebole inizia la stagione del Bologna: alle 17.30 al via i primi test atletici per i ragazzi di Italiano. C’è fretta di chiudere il mercato

Pubblicato

il

Vincenzo Italiano raccontato da Leonardo Colucci, ripresa degli allenamenti (© Bologna FC 1909)
Vincenzo Italiano (©Bologna FC 1909)

Parte oggi la nuova avventura di Vincenzo Italiano sulla panchina del Bologna. Alle 17.30 ci saranno i primi test atletici per tutti i ventiquattro convocati: praticamente mezza squadra, però, si aggiungerà nei prossimi giorni oppure direttamente al ritiro di Valles. Tra impegni con le nazionali (Zirkzee e Lucumì) e vacanze per chi ha appena concluso i propri impegni, la squadra si ritroverà al completo più avanti.

Da una sponda dell’Appennino all’altra

Dopo diverse stagioni alla guida della Fiorentina, con tanto di coppa europea, Vincenzo Italiano è pronto a prendere le redini di questo Bologna ancora in fase di costruzione. Con una Champions League da giocare, infatti, è necessario che la rosa sia completa al più presto per far sì che il tecnico possa iniziare a modellare la squadra sulla base dei suoi dogmi.

Proprio per questo, oggi a Casteldebole andrà in scena una chiacchierata tra Italiano, Fenucci e gli addetti al mercato, Sartori e Di Vaio. Sul tavolo il tema più importante: accelerare i lavori sul mercato. Sia che si tratti di operazioni in entrata o in uscita, c’è bisogno di fare in fretta se si vuole iniziare subito con il piede forte.

Da Inzaghi a Italiano: quando la stagione inizia a luglio

Negli ultimi anni, nè Mihajlovic nè Thiago Motta, avevano iniziato la stagione con i rossoblù a luglio. Entrambi, infatti, erano arrivati in corsa e per trovare l’ultimo allenatore che ha iniziato i lavori già in estate, bisogna tornare indietro fino al 2018. Pippo Inzaghi, sulla panchina del Bologna, iniziava la stagione proprio come oggi, Italiano, inizierà la sua. Sono cambiate parecchie cose in 6 anni: la dimensione che ha raggiunto il Bologna, però, la si deve sicuramente anche a quella squadra allenata da Pippo Inzaghi, poi passata in mano a Miha ed arrivata, totalmente rivoluzionata, nelle mani di Thiago Motta. Un bel percorso, che però, ha ancora tanto da dire…

Fonte: Il Resto del Carlino, Massimo Vitali

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv