Seguici su

Bologna

Bologna su Ioannidis: secondo Moras è l’uomo giusto (Stadio)

Vangelis Moras, ex difensore rossoblù, ha parlato di Fotis Ioannidis durante un’intervista. Secondo lui è l’uomo giusto per Vincenzo Italiano

Pubblicato

il

Fotis Ioannidis - Calciomercato Bologna
Fotis Ioannidis (©Panathinaikos FC)

L’ex giocatore rossoblù Vangelis Moras, attualmente allenatore dell’Ethnikos Neo Keramidi, squadra di un peasino di 500 abitanti con la quale ha conquistato la serie B per la prima volta, ha parlato di Fotis Ioannidis. L’attaccante del Panathinaikos è un obiettivo del Bologna e Moras ne è un grande estimatore.

Che tipo di giocatore è Ioannidis?

Attraverso le parole di Moras viene abbastanza facile immaginarsi subito la tipologia di attaccante nella quale rientra Ioannidis.

«Lui è capace di svariare su tutto il fronte offensivo: nell’ultimo biennio ha fatto un salto di qualità notevole perchè segna, salta l’uomo, crea con la palla. La struttura fisica è notevole, può dire la sua con qualunque difensore».

Moras ha poi continuato affermando che Fotis è pronto per approdare in un altro campionato:

«Ioannidis è probabilmente il più forte attaccante che gioca attualmente nel campionato greco.  Ha sempre giocato qui, è un prodotto puro del nostro calcio. Forse i tempi sono maturi per misurarsi con un altro campionato, perchè il Panathinaikos è forte e fa pure le competizioni europee, ma se c’è l’occasione di fare un’esperienza all’estero, deve farla. Approdare nel calcio italiano non potrebbe che fargli bene, in primis per la qualità dei difensori con cui andrebbe a confrontarsi».

Per le sue caratteristiche, sarebbe perfetto per il calcio di Vincenzo Italiano. Moras, da tifoso rossoblù ma anche amante del calcio italiano, lo vedrebbe perfettamente a suo agio sotto le Due Torri.

«Avendo seguito la Fiorentina di Italiano, mi sento di dire che un giocatore del genere sarebbe più adatto al gioco dell’allenatore. Ioannidis può adattarsi a più situazioni, da questo punto di vista è certamente più versatile. Lui è il profilo più adatto. Fare la Champions col Bologna gli farebbe bene, senza alcun dubbio: come Grecia stiamo crescendo, non siamo arrivati all’Europeo per un soffio».

Vangelis Pavlidis: l’altro obiettivo rossoblù

Nel corso dell’intervista, Moras ha parlato anche del suo omonimo, Pavlidis. L’attaccante dell’AZ Alkmaar che piace al Bologna è diverso per caratteristiche da Ioannidis, ma comunque fortemente apprezzato da Moras.

«Pavlidis è il classico rapace d’area, uno nato col gol addosso: segna davvero in tutti i modi. […] Lui è cresciuto calcisticamente in Germania, poi però è in Olanda che ha trovato la sua dimensione: ha dato tanto all’AZ e in generale al calcio olandese, adesso però cerca il salto di qualità finale. È certamente uno dei più forti che abbiamo in questo ruolo. Diciamo che se la gioca con Ioannidis».

A differenza di Fotis, quindi, Pavlidis è più un “solista”, un attaccante per il quale è importante costruire un gruppo solido che giri attorno a lui.

«Pavlidis è più uomo area di Ioannidis, inoltre devi costruirgli tutto il gruppo su misura per lui. Se in nazionale c’è della rivalità? Lottano ovviamente per lo stesso posto, ma si danno spesso il cambio: appena avranno un po’ di esperienza internazionale in più potremo davvero puntare in grande. Abbiamo nel mirino il mondiale, vogliamo arrivarci e per farlo bisogna che i nostri talenti crescano, misurandosi anche con campionati europei di primissima fascia».

In chiusura poi, c’è stato spazio per una domanda personale a Moras riguardo la propria carriera ed il proprio futuro.

«Dopo l’impresa di quest’anno, sono alla ricerca di nuove avventure: ho qualcosa in ballo in Grecia, vediamo. Anche se ovviamente non mi dispiacerebbe un giorno tornare in Italia…»

Fonte: Stadio, Stefano Brunetti

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv