Seguici su

Bologna

Calciomercato Bologna – Comincia la nuova stagione, in tre ai saluti

Con l’inizio di luglio, parte ufficialmente la nuova stagione del Bologna di Vincenzo Italiano: tre giocatori oggi ai saluti.

Pubblicato

il

Adama Soumaoro Bologna (© Damiano Fiorentini)
Soumaoro (© Damiano Fiorentini)

Oggi, 1 luglio, apre ufficialmente la stagione 2024/2025, anche per il Bologna. Ieri, 30 giugno, è stato l’ultimo giorno sotto le due torri per diversi giocatori che hanno vestito la maglia rossoblù per una o più stagioni.

Oggi hanno salutato il Bologna, infatti, Alexis Saelemaekers, Victor Kristiansen e Adama Soumaoro. I primi due sono stati tra i protagonisti della cavalcata Champions del Bologna, mentre il terzo quest’anno non ha di fatto mai messo piede in campo complice il gravissimo infortunio al ginocchio rimediato nel maggio nel 2023 al Castellani.

Saelemaekers e Kristiansen, riscatti troppo alti per il Bologna

La stessa sorte è toccata a Saelemaekers e Kristiansen, che un anno fa avevano firmato un contratto in prestito per un anno, con il termine al 30 giugno 2024. Il Bologna ha deciso di non esercitare nessuno dei due diritti di riscatto. Il motivo principale è da ricondursi al prezzo troppo alto dei due cartellini – 9,5 milioni per il belga, circa 15 milioni per il danese. 

Il Bologna ha evidentemente ritenuto di poter trovare giocatori più funzionali allo stesso prezzo (o a un costo minore). A sinistra in difesa, per esempio, i rossoblù si sono assicurati le prestazioni di Juan Miranda (che sarà ufficializzato a breve) a parametro zero. 

Sul fronte offensivo, Sartori si deve ancora muoversi ma l’abilità del “Cobra” nel trovare giocatori di qualità a basso prezzo è cosa nota a tutti.

La stagione di Saelemaekers è da ritenersi nel complesso positiva. Dopo un inizio di stagione complicato dal punto di vista del rendimento, il belga è risultato determinante per gli ultimi due mesi del Bologna, decisivi in ottica Champions.

Non è stato altrettanto decisivo Kristiansen, ma il suo upgrade nel girone di ritorno è sotto gli occhi di tutti. Il danese ha ancora molto da lavorare in fase difensiva (come dimostrato anche a Euro2024 con la sua Danimarca), ma ha tutte le carte in regola per  crescere.

Soumaoro, un esempio di professionista 

Adama Soumaoro ha trascorso il suo ultimo anno sotto le due torri cercando di recuperare dal brutto infortunio rimediato a maggio dell’anno scorso. Thiago Motta aveva riferito che se avesse continuato la sua esperienza al Bologna, Soumaoro sarebbe rimasto. Tuttavia, l’addio del tecnico italo-brasiliano ha rimescolato le carte in tavola.

Il difensore franco-maliano si è allenato duramente per tornare a calcare il campo quanto prima, la sua fisicità è stata determinante per il primo Bologna di Thiago Motta. Tuttavia, gli innesti di centrali di qualità quali Lucumi e soprattutto Calafiori e Beukema gli ha di fatto sbarrato le porte in ottica futura.

Come dichiarato più volte in conferenza stampa da Thiago Motta, Soumaoro ha sempre continuato ad allenarsi con l’obiettivo di tornare più forte prima. Mai un lamento, mai una parola di sconforto, solo determinazione e volontà di tornare in campo.

A Soumaoro non si può che augurare il meglio per il prosieguo della carriera.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

2 Commenti

1 Commento

  1. Maurizia Lenzetti

    2 Luglio 2024 at 20:40

    Che Soumaoro è un grande giocatore e si meriterebbe di restare al Bologna. Grandi prestazioni prima dell’infortunio

    • Andrea Neri

      5 Luglio 2024 at 14:53

      Maurizia vero, ma chi meglio dello Staff medico può decidere, che lo ha visto per tutto quest’anno di riabilitazione? Alle volte certe storie ci inteneriscono, ma qui si tratta di avere un giocatore integro e che giochi al suo livello una Champions League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv