Seguici su

Bologna

Calciomercato Bologna – Kean e Calafiori: trattative in corso

Moise Kean nel mirino per il post-Zirkzee. La Juventus potrebbe liberarlo prima del 2025: nelle trattative centrale anche Calafiori.

Pubblicato

il

Profilo ufficiale X Juventus F.C.
Moise Kean (© Juventus FC)

Il 27 maggio 2017, Moise Kean ha segnato un momento storico: a soli 17 anni, è stato il primo millennial a trovare la rete in Serie A, indossando la maglia della Juventus allo Stadio Dall’Ara. Oggi, a 24 anni, il futuro di Kean sembra incerto, ma una cosa è chiara: il Bologna lo ha nel mirino come possibile rinforzo, in vista dell’eventuale partenza di Joshua Zirkzee. Kean è legato alla Juventus fino al 2025, ma il club torinese sembra intenzionato a lasciarlo partire con un anno di anticipo.

Questione Kean-Calafiori

L’interesse del Bologna non è casuale. L’agente di Kean è lo stesso di Riccardo Calafiori, un altro giocatore che la Juventus osserva con attenzione, anche se con riserva. Il Bologna, tuttavia, è fermo sulla sua posizione: Calafiori non si muove per meno di 50 milioni. Se il prezzo del difensore dovesse aumentare dopo l’Europeo, la Juventus potrebbe rivolgere le sue attenzioni altrove, magari verso il mercato inglese.

I club su Kean

Nel frattempo, Kean continua a essere un nome caldo non solo per il Bologna, ma anche per la Fiorentina e diversi club arabi. Le sue esperienze passate includono periodi con il Verona (4 gol in 20 partite), l’Everton (4 gol in 39 partite) e il PSG (17 gol in 41 partite), oltre naturalmente alla Juventus (22 gol in 123 presenze). Nonostante una stagione deludente con i bianconeri, Kean deve decidere se continuare la sua carriera in Europa o accettare le offerte economicamente allettanti provenienti dall’Arabia Saudita, dove potrebbe guadagnare significativamente di più rispetto ai 2 milioni che gli offrirebbe il Bologna.

Gli obiettivi di mercato del Bologna

A Casteldebole, gli obiettivi principali sembrano essere altri. Il giovane Durán dell’Aston Villa è una priorità, mentre le piste che portano a Ioannidis del Panathinaikos e Pavlidis dell’AZ Alkmaar risultano più complicate, con valutazioni di circa 20 milioni. Tra gli altri nomi sul tavolo ci sono Pinamonti del Sassuolo, Tyukavin della Dinamo Mosca, Vanat della Dinamo Kiev, Bazdar del Partizan e Oskarsson del Copenaghen.

Prima di qualsiasi mossa, però, il Bologna deve chiarire il futuro di Zirkzee. Il giovane attaccante olandese ha attirato l’attenzione di Milan, Manchester United e Arsenal, ma potrebbe anche decidere di restare ancora un anno, rivedendo contratto e clausola rescissoria, qualora non arrivassero offerte soddisfacenti. La situazione è fluida e i prossimi mesi saranno decisivi per delineare il destino di diversi protagonisti sul mercato.

Fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

2 Commenti

1 Commento

  1. Stefano Montanari

    22 Giugno 2024 at 10:37

    Thiago Motta si è comportato in modo coerente con quello che è: forse diventerà un buon allenatore, diffililmente diventerà un uomo degno di quella definizione. Non solo ha dato spettacolo di un’ipocrisia disgustosa, ma forse ha fatto qualcosa di peggio. Quei 3 gol incassati in 8 minuti dalla seconda difesa del campionato con il vantaggio di 3 a 0 e un quarto d’ora da giocare non possono non puzzare. E il 2 a 0 beccato a Genova da una squadra in vacanza? Ora, se non bastasse, questo personaggio cerca di svaligiare il Bologna che se lo era coccolato. Se Calafiori non è felice da noi, ch’al vaga a ramper al scatel più in là, come da vecchia canzone bolognese. Di buoni giocatori in casa nostra falliti altrove ne abbiamo pieni gli archivi. Però, per favore, chiudiamo ogni rapporto con la Juventus!

    • Andrea Neri

      26 Giugno 2024 at 20:41

      Stefano sull’uomo permettici di non rispondere. A Torino sarà comunque difficile gestire uno spogliatoio come ha fatto a Bologna. Li vedremo se è così bravo come si dice o è stato un “one season trainer”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv