Seguici su

Bologna

Il Resto del Carlino – Bologna, niente vaccino anti-covid per Soriano: l’Europeo è lontanissimo

Pubblicato

il

fonte immagine: Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblu.it

Non sono le convocazioni ufficiali, ma poco ci manca, e fanno male. Sì, perché in questi giorni Roberto Mancini ha diramato delle convocazioni particolari, quelle per la prima dose del vaccino anticovid, obbligatorio per partecipare alla prossima edizione del Campionato Europeo, per i giocatori della Nazionale, potenzialmente convocabili per Euro2020 e non c’è Roberto Soriano.

28 GIOCATORI – Sono 28 i giocatori convocati dal CT Roberto Mancini per sottoporsi alla profilassi del vaccino Pfizer (prima dose, la seconda tra tre settimane), suddivisi tra Milano e Torino a seconda della squadra d’appartenenza. Nella lista del CT, nonostante manchino ancora alcuni nomi come coloro che sono stati impegnati coi club come i giocatori del Torino, o quelli di Roma, PSG e Chelsea che tra ieri e giovedì giocheranno le semifinali delle coppe europee, non compare Roberto Soriano. Una scelta oramai presa quella di Mancini che ha pian piano relegato sullo sfondo il numero 21 rossoblù, alle spalle dei vari Locatelli, Sensi, Pellegrini, Pessina o Cristante, escludendo ovviamente dal discorso i tre titolari Jorginho, Verratti e Barella. Un passaggio, questo del vaccino, che certifica come il rossoblù purtroppo non andrà all’Europeo.

DELUSIONE – C’è sicuramente un po’ di delusione per le scelte del CT, che ha così deciso di escludere non solo un giocatore duttile e tecnicamente dotato come Soriano, ma soprattutto, numeri alla mano, il centrocampista azzurro più prolifico: 9 gol e 7 assist in stagione. È mancata un po’ la meritocrazia in queste scelte del CT, che pur dovendo allargare la lista dei convocati dai 23 canonici a 26 giocatori, ha deciso che non avrà bisogno del calciatore cresciuto nel settore giovanile del Bayern Monaco nonostante abbia fatto meglio di tutti gli altri suoi colleghi di ruolo. È pur vero che a differenza degli altri Soriano ha messo in mostra certi numeri nella posizione di trequartista del 4-2-3-1, ma sia quest’anno che in generale in tutta la carriera è stato in grado di far valere una certa duttilità tattica, abbassandosi spesso sia nel ruolo di mezzala quando c’era da giocare a 3 centrocampo, sua nel ruolo di mediano nella coppia davanti alla difesa quando le esigenze lo hanno richiesto: Bologna-Fiorentina docet.

OCCASIONE SPRECATA – Se per Soriano si può tranquillamente parlare di una vera e propria beffa, altrettanto non si può dire per Riccardo Orsolini. L’esterno rossoblù è scivolato via dalle scelte del CT Mancini, a causa di una stagione caratterizzata da tanti bassi e pochi alti. Una vera occasione sprecata per Orso (Soriano è fuori certamente per una scelta tecnica, visto che i numeri sono certamente dalla sua), l’esterno rossoblù ha segnato le sue possibilità di andare all’Europeo con una serie di prestazioni deludenti.
E allora per vedere il prossimo rossoblù in Azzurro per una competizione internazionale, appuntamento a Qatar2022.

fonte: Massimo Vitali, Il Resto del Carlino

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *