Seguici su

Bologna

La Gazzetta dello Sport – Bologna: il futuro è nella fase due

Pubblicato

il

 

 

Montreal-Bologna, due città divise da migliaia di chilometri, ma unite da un denominatore comune: Joey Saputo. Il patron canadese, dopo aver mantenuto gli stipendi di impiegati e magazzinieri nonostante il calo della mole di lavoro, ha fatto molto di più.

Come scritto da Matteo della Vite sulle colonne della Gazzetta dello Sport, dal primo passo per il restyling del Dall’Ara, al rinnovo dei diamanti rossoblù e a quelli di Sabatini e Bigon, Saputo programma il futuro, con l’idea di effettuare tre nuovi innesti mantenendo però invariata l’ossatura precedente della squadra con il condottiero Mihajlovic alla sua guida. Una crescita che passa inevitabilmente dal mantenere i propri talenti sotto le due Torri, rifiutando le avances delle altre squadre. I giocatori oggetto del desiderio delle altre formazioni sono principalmente quattro: Orsolini, Tomiyasu, Skov Olsen e Svanberg che, per motivi di crescita personale o di obiettivi del Club, rimarranno in rossoblù.

Una linea di pensiero che rispecchia il progetto del Bologna per il futuro, in virtù della decisione di affidarsi a giovani da crescere anziché a giocatori di altre squadre in prestito, valorizzando così gli investimenti di altre società. Non solo calcio giocato al centro del rilancio rossoblù in tempo di pandemia: questione di ore per l’ufficializzazione della firma fra Club e Credito Sportivo sotto la direzione di Andrea Abodi, dando inizio all’iter per la raccolta dei fondi necessari al progetto rossoblù. Un segnale di ripartenza durante il blocco imposto dal coronavirus di grande valore, segnando un rilancio per il territorio italiano e per tutto il movimento calcistico.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *