Seguici su

Bologna

La Gazzetta dello Sport – Sirene inglesi per Ferguson: i rossoblù non vogliono cedere

Pubblicato

il

Fonte immagine: Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblu.it


La lista degli intoccabili di Thiago Motta è piuttosto lunga. I rossoblù difficilmente potranno esaudire tutte le richieste del tecnico per il prossimo anno ma faranno il possibile. Sartori e Di Vaio lavorano alacremente per cercare di soddisfare il tecnico e allo stesso tempo mettere in atto il piano di risanamento dei conti imposto dalla proprietà che dal mercato e la valorizzazione del talento in rosa vorrebbe provare a portare a casa 40 milioni in 3 anni.

SIRENE INGLESI. Ecco perché di fronte alla possibilità ormai concreta di perdere Nico Dominguez, i due uomini mercato del Bologna dovranno rispondere con acquisto che lo rimpiazzi, ma soprattutto cercare di confermate l’intelaiatura del centrocampo. Schouten è uno degli incedibili, anche se su di lui c’è l’attenzione di qualche club di Bundesliga. Insieme all’olandese c’è la necessità di confermare assolutamente anche Lewis Ferguson. Lo scozzese, reduce da una super stagione da 7 reti, è un elemento che Motta non vorrebbe perdere. Allo stesso tempo Lewis aveva già ribadito la volontà di rimanere sotto le Due Torri per almeno un’altra stagione, ma le vie del mercato sono infinte, si sa… Una di queste vie porta alla Premier.

IRRESISTIBILE. Una tentazione quella del trasferimento in Premier League che potrebbe sedurre Ferguson, ma anche il Bologna consapevole di poter subito fare una plusvalenza importante. In Inghilterra, ci sarebbe una squadra della middle class del massimo campionato pronta ad investire 10/15 milioni di euro per acquisire lo scozzese, pagato appena 3,5 milioni un anno fa dall’Aberdeen. Niente di fatto ovviamente, ma solo la presenza di coscienza che i giocatori con mercato sono tanti e una cessione difficile da digerire rischia di diventare inevitabile.

 

Fonte: Matteo Dalla Vite, La Gazzetta dello Sport

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *