Seguici su

Bologna

Le PAGELLE di Cremonese – Bologna

Pubblicato

il

Bologna FC 1909

Il Bologna dilaga allo Zini: finisce 1-5 per i Rossoblù, con i gol di Arnautovic, Ferguson, Posch, Orsolini e Sansone per i Felsinei, mentre è Ciofani a siglare il gol della bandiera per la Cremonese.

Skorupski 7 – Nel primo tempo è l’emblema dell’inoperosità: sgrida i suoi difensori, colpevoli di aver lasciato libero Okereke che non lo punisce. Nel secondo tempo effettua una gran parata su Buonaiuto, che gli fa guadagnare il voto odierno

Posch 7,5 – Torna in campo dopo la squalifica e torna anche al gol: fanno 6 nel suo primo anno in Italia. Una partita che, per l’inerzia data dai Rossoblù sin dall’avvio, vede l’austriaco con la maglia numero 3 praticamente non soffrire mai dalle sue parti in difesa, l’unico squillo è il cross di Valeri ma non sfruttato. Nel secondo tempo legge bene le intenzioni avversarie e le disinnesca sul nascere.

–       Dal 65esimo De Silvestri 6,5 – Entra a risultato più che acquisito, e si occupa di gestire la situazione con i compagni.

Lucumì 7 – Anche lui assente nell’ultimo incontro, con i precedenti match che non lo avevano visto brillare, oggi è sembrato tornare quella colonna difensiva alla quale Motta aveva affidato anche la fascia: nel primo tempo quei pochi attacchi avversari sono controllati agevolmente, così come nel secondo tempo. 

Bonifazi 7,5 – Così come Lucumì, anche Kevin oggi disputa una partita di spessore dietro, gestendo con intelligenza gli affondi avversari nel primo tempo, mentre nel secondo tempo è protagonista di un presunto tocco di mano visto dall’arbitro ma che il VAR cancella.

Cambiaso 7 – In difesa non viene mai chiamato in causa praticamente nel primo tempo, dove si può sbizzarrire con galoppate offensive che dimostrano come sia pienamente in forma nelle ultime uscite, e tenta pure la via del gol. Nel secondo tempo ha qualche azione difensiva in più, ma per il resto nessun patema. 

Schouten 8 – L’olandese anche oggi è il manifesto del centrocampo della squadra di Motta: il primo a sbarrare la strada agli avversari nei loro attacchi, il primo a far girare il pallone per ripartire, soprattutto nella prima frazione, dove gli attacchi che portano al gol (ma in generale tutti, ndr) partono nella metà campo difensiva dai suoi piedi. Nel secondo tempo Motta decide di dargli fiato a risultato in ghiaccio. 

–       Dal 65esimo Medel 6,5 – Anche lui come De Silvestri pensa a gestire l’ampio vantaggio e dare fiato ai titolari.

Dominguez 7,5 – Anche per l’ormai Capitano (vista l’assenza di Soriano, ndr) oggi è stata una partita che esalta pienamente le sue caratteristiche: lo dimostra il tiro dopo uno scambio tutto di prima sul quale è Carnesecchi a salvare tutto. Nel secondo tempo Motta decide di preservarlo in vista della prossima partita 

–       Dal 59esimo Moro 7 – Cosa dire: entra e dopo un minuto dà una palla splendida a Orsolini, più impattante di così non poteva esserlo.

Ferguson 7,5 – Lo scozzese torna al gol dopo la partita di Salerno del 18 marzo e lo fa dopo un rimpallo su suo colpo di testa precedente, dimostrando la scaltrezza e la lucidità di questo giocatore. Per il resto, gran partita anche da parte sua, in entrambe le fasi. Motta decide di preservare anche lui come Dominguez. 

–       Dal 59esimo Aebischer 6,5 – Entra finalmente come mezz’ala, ma l’espulsione di Orsolini lo sposta ancora in un ruolo non troppo congeniale a lui. Dopo uno scambio tutto di prima tenta anche la via del gol da fuori, calciando alto.

Orsolini 7 – Una partita in cui è assoluto protagonista: una miriade di tiri, un assist e mezzo nel primo tempo da calcio d’angolo, il gol dello 0-4, presente su entrambi i lati del campo ma un’espulsione per doppio giallo completamente evitabile e che toglierà un giocatore importante a Motta in vista del Napoli. Da un 8 pieno passa ad un 7, il secondo fallo era completamente evitabile.

Barrow 7,5 – Apre lui la gara, mettendo la palla sulla testa di Arnautovic per il primo gol Rossoblù, e da lì e sempre più dentro al match: tenta sia la via personale del gol ma entra ancora nel tabellino con l’assist dello 0-5 a Sansone.

Arnautovic 8 – Torna al gol dopo 6 mesi, con un taglio dei suoi, da vero attaccante. Ha fame, cerca la doppietta personale e per poco nel secondo tempo non la trova. Scambia con i compagni, apre varchi: fa quello che sa fare e anche bene. Nel secondo tempo cede ai crampi, ma ha dato un segnale forte per questo finale di campionato.

–       Dal 77esimo Sansone 7 – Entra al posto di un Arnautovic in balia dei crampi, con Motta che sceglie il suo 10 e non sbaglia: è lui a mettere il sigillo finale dopo aver sofferto per un infortunio nelle ultime settimane. Meritato.

All. Thiago Motta 7,5 – Che dire, 0-3 a fine primo tempo, 1-5 alla fine della partita: gli contestavano l’approccio dei suoi nelle ultime uscite, e oggi mi pare che il segnale sia arrivato forte e chiaro. Mette i migliori a disposizione e quest’ultimi non lo tradiscono, anzi, gli fanno vivere una vera e propria goleada. Concede respiro ai suoi “pretoriani” in vista del Napoli, perché l’obiettivo dei punti e del piazzamento rimane più che vivo dopo oggi.

 

CREMONESE: Carnesecchi 5, Sernicola 4,5 (dal 77esimo Afena-Gyan s.v), Chiriches 5,5 (dal 59esimo Lochoshvili 5), Vasquez 4, Valeri 5, Castagnetti 5 (dal 70esimo Quagliata 5,5), Pickel 5, Meitè 4,5, Galdames 5 (dal 46esimo Buonaiuto 5), Okereke 5, Tsadjout 4,5 (dal 46eismo Ciofani 5,5). All. Ballardini 4,5

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv